Vetro: come riciclarlo correttamente

Vetro: come riciclarlo correttamente

Come ben sappiamo il primo e più importante passo verso una corretta e coscienziosa gestione dei rifiuti è fare la raccolta differenziata; si tratta di un piccolo e semplice gesto quotidiano che ha però una grandissima importanza.

Solo differenziando è possibile avviare correttamente il sistema di smaltimento dei rifiuti; così facendo ognuno di noi può fare un primo e decisivo passo verso la diminuzione dell’impatto ambientale derivante dai rifiuti domestici. Inoltre assumere un atteggiamento virtuoso in questo senso significa contenere i costi di smaltimento, con i conseguenti benefici economici per le amministrazioni comunali e quindi per i singoli cittadini.

In secondo luogo è indispensabile portare questa buona abitudine anche al di fuori della propria abitazione, differenziando anche a scuola e al lavoro; è importante sensibilizzare chiunque e in qualsiasi contesto a partecipare attivamente alla raccolta differenziata.

 

 

Cosa fare per riciclare il vetro nel modo giusto

1. Per prima cosa, anche se può sembrare superfluo, è importante verificare di utilizzare sempre i contenitori giusti per ogni tipologia di materiale; il vetro, ad esempio, può essere riciclato molto più facilmente e velocemente se correttamente separato dagli altri materiali, così facendo si accorceranno di molto i tempi di selezione e trattamento che precedono l’arrivo del vetro nei forni per il riciclo.

2. Non bisogna riciclare solo in casa ma anche fuori; durante una vacanza, piuttosto che una gita fuori porta è necessario non dimenticare di riciclare.

3. Nel bidone della raccolta destinata al vetro deve essere inserito soltanto il vetro; andranno quindi eliminati i tappi, così come eventuali imballaggi aggiuntivi, che andranno inseriti nell’apposito contenitore.

4. Non è necessario lavare accuratamente gli imballaggi di vetro prima di destinarli alla raccolta differenziata, poiché verranno comunque pre trattati e resi idonei al processo di riciclo nei forni, ma è importante eliminare eventuali residui grossolani.

5. Non è necessario eliminare le etichette dalle bottiglie di vetro.

6. Prestare attenzione a non confondere la vetroceramica con il vetro; molte stoviglie e pirofile da forno possono sembrare in vetro ma essere in realtà in vetroceramica, un materiale inerte che fonde  temperature più alte del vetro.  Purtroppo può bastare una piccola disattenzione per vanificare completamente il processo di riciclo.

7. Anche il cristallo va tenuto alla larga dalla raccolta del vetro; qualsiasi oggetto in cristallo contiene, infatti, un’elevata quantità di piombo che non deve unirsi al processo di riciclo del vetro poiché lo contaminerebbe irrimediabilmente.

8. Altri materiai da tenere separati dal vetro sono: lampadine, lampade al neon e specchi, che contengono sostanze chimiche pericolose per l’ambiente e assolutamente incompatibili con i processi di riciclo del vetro utilizzato per gli imballaggi alimentari.

You might also like

Lifestyle

9 idee per riciclare creativamente vecchie t-shirt

La classica t-shirt è uno degli indumenti più utilizzati nella vita quotidiana, e di conseguenza l’indumento più soggetto all’usura. Ma quando la maglietta è proprio da buttare, nel senso che non è più possibile indossarla per evidenti motivi, neanche per andare in palestra, aspettate a destinarla alla spazzatura: potrebbe tornarvi utile qualora vi vogliate cimentare con un po’ di riciclo creativo. Ecco allora qualche idea per dare nuova vita alle vecchie magliette, in modo originale e anche divertente.

SLIDEBAR

Un caso affascinante: il patto di alleanza tra due specie concorrenti

La natura, si sa, non smette mai di stupire e di affascinare, e per quanto l’uomo ancora non abbia realmente compreso l’importanza degli equilibri naturali e della loro salvaguardia, il comportamento degli animali e dei sensibili ecosistemi della Terra ci mette di fronte all’evidenza: Madre Natura è intelligente e generosa e a noi spetta assumere un comportamento eco solidale per tutelare il nostro meraviglioso Pianeta.

Lifestyle

Come ridurre le emissioni responsabile dell’effetto serra artificiale

Come spiega la teoria del surriscaldamento globale, l’odierno riscaldamento del clima terrestre è dovuto in parte alle naturali variazioni climatiche e in parte all’azione umana; le stime ci dicono che la vita dell’uomo sulla terra impatti negativamente sul clima apportando un aumento eccessivo di CO2 e metano, e che proprio tale aumento di gas è responsabile del conseguente aumento della temperatura terreste e del cosiddetto effetto serra artificiale. Vediamo cosa possiamo fare per ridurre tali emissioni, contribuendo attivamente alla salvaguardia del Pianeta.

0 Comments

No Comments Yet!

You can be first to comment this post!

Leave a Reply