Romania ecologica con il ponte realizzato attraverso il riciclo

Romania ecologica con il ponte realizzato attraverso il riciclo

Siamo a Timisoara, città romena capoluogo del distretto di Timiș nella storica regione del Banato, dove nel luglio del 2014 è stato compiuto un “miracolo” ecologico: la costruzione di un ponte, lungo circa 23 metri, realizzato esclusivamente utilizzando e riciclando materiali di scarto.

Per rendere possibile la creazione di questo ponte sono state infatti impiegate, e quindi riciclate, ben 157mila bottiglie di plastica; il ponte, un vero e proprio capolavoro di ingegneria, sorge sul fiume Bega, il primo e storico canale navigabile dell’intera Romania.

La struttura del ponte è stata ottenuta legando tra loro le bottiglie di plastica attraverso robusti cavi; un’opera che ha richiesto molto tempo e, soprattutto, tanta attenzione. I lavori di realizzazione hanno visto impegnati oltre cinquecento volontari della città, che hanno partecipato attivamente alla costruzione e in primis alla raccolta delle bottiglie di plastica.

Questo straordinario esempio di costruzione ecologica non è unico al mondo, Timisoara infatti non è la prima città che decide di impiegare le sue risorse in un’ottica rivolta alla salvaguardie dell’ambiente. Tra i “rivali” del ponte che attraverso il canale Bega troviamo un altro bellissimo esempio di bioedilizia: l’Onion Ditch Bridge, a Logan County, in Ohio.

Il ponte americano è lungo oltre 24 metri ed è stato realizzato attraverso il riutilizzo di bottiglie di plastica (di detersivi e prodotti per la pulizia personale) e parti di vecchie automobili (paraurti e cruscotti); in una proporzione dell’80% per i primi materiali e del 20% per i secondi.

Anche in Scozia, precisamente nella contea di Peebleeshire, troviamo un esempio simile a quello romeno ed a quello americano; un altro ponte costruito con ben 50 tonnellate di materiali di scarto, dove anche in questo caso si tratta di plastica riciclata.

Il progetto scozzese è stato concepito da alcuni ingegneri dell’Università di Cardiff e della Rutgers University, che hanno lavorato fianco a fianco per portare a termine quest’opera davvero incredibile. Il ponte è stato costruito e solo successivamente posizionato lungo il fiume Tweed dove, in soli 4 giorni, è stato perfettamente assemblato.

Tutti questi progetti sono un chiaro esempio di una sana mentalità orientata all’ecologia e all’ambiente e di reale, tangibile e concreto impegno verso il miglioramento delle condizioni di salute del nostro Pianeta; sono tutti esempi da seguire, oltre ad essere importantissimi primi passi sui quali riflettere e da cui prendere spunto per opere future.

You might also like

Ambiente

15 bellissime foto di animali che si baciano

Baciarsi, baciarsi e ancora baciarsi. L’uomo, dalla notte dei tempi, ha usato questa forma di contatto fisico per esprimere le proprie emozioni e i propri sentimenti il quale ha assunto diversi significati a seconda del contesto: il bacio come saluto, come segno di fratellanza, come atto sessuale e per ultimo, ma non per questo meno importante, come segno d’affetto. Ma siamo così sicuri che tale atto sia prerogativa esclusiva dell’uomo ? Qui di seguito una sequenza di immagini che testimoniano come anche gli animali, nel loro essere, necessitano di esprimere i propri impulsi attraverso il bacio.

Riciclo

Come riutilizzare i vasi Quattro Stagioni in casa

Ci sono tanti modi per riutilizzare e trasformare i barattoli Quattro Stagioni in bellissime decorazioni e in oggetti utili per la casa: servono solo un po’ di manualità, un pizzico di fantasia e un po’ di naturale propensione per il fai da te. Buon divertimento!

Riciclo

Riciclare le confezioni delle uova: 6 idee creative

Riciclo creativo a impatto zero con le confezioni delle uova. Prima di gettarle nella spazzatura, quindi, guardate quante idee semplici e creative potete realizzare per riutilizzarle in modo utile e nel nome dell’ambiente. Sono tutti progetti molto semplici, che potete mettere in pratica in qualsiasi momento e a costo zero.

0 Comments

No Comments Yet!

You can be first to comment this post!

Leave a Reply