Risparmiare sul guardaroba in 5 mosse!

 

guardaroba

Il guardaroba perfetto? Inizia dal risparmio!

Quando si tratta di armadi, le prime cose che vengono in mente sono la pulizia, l’ordine e l’acquisto di nuovi vestiti e accessori. Sì, perché comprare nuovi capi, anche quando non ci servono veramente, o per una singola occasione, è alla base della confusione che si genera all’interno dei nostri armadi (e degli ingenti danni al nostro budget), che si ingolfano inevitabilmente di tessuti e vestiti che spesso non ci ricordiamo neanche di possedere.

Per correre ai ripari non basta sistemare periodicamente l’armadio e fare una cernita dei capi acquistati: servirebbe una vera e piccola rivoluzione di abitudini che porti non solo un po’ d’ordine all’interno del guardaroba, ma che aiuti a farci capire che è importante limitare gli sprechi e promuovere il risparmio, economico e dei materiali.

Ecco allora come fare per mettere un po’ d’ordine nella giungla caotica di armadi e guardaroba, sia dei grandi che dei più piccoli. Bastano solo 5 mosse, piccoli suggerimenti per un risultato perfetto e all’insegna del risparmio.

  1. Prima di comprare nuovi capi e nuovi vestiti, soprattutto quando siete a caccia dell’abito giusto per una particolare occasione, valutate attentamente quelli che già avete nel guardaroba. Se qualcosa vi è sfuggito e riuscite a trovare il vestito giusto da indossare, avrete risparmiato il denaro per un nuovo acquisto.

 

  1. Se il vostro armadio è pieno di vestiti che avete indossato una o due volte e si tratta di capi ancora in buono stato, scambiateli o regalateli ad amici e parenti. È un buon modo, questo, per non gettare dopo poco tempo vestiti indossati poche volte e spesso ancora integri. In alternativa, donate i vestiti in beneficienza, alle associazioni che si occupano di bisognosi e a chi ne necessita di vestiti e indumenti.

 

  1. Potete vendere i vestiti che non utilizzate più o che non avete mai indossato, quelli che non vi piacciono, o quelli che vi siete pentiti di aver comprato, a mercatini dell’usato oppure direttamente on line da casa vostra. Internet è il nuovo spazio di consumo e sono molte le persone che si dedicano in questo modo alla compravendita di capi e indumenti.

 

  1. Prima di destinare alla spazzatura un vestito rotto o con un piccolo strappo, provate a ripararlo, anche in modo creativo o apportando delle modifiche con ago e filo. Se poi non c’è proprio più nulla da fare, potete tagliare il capo danneggiato e farne dei panni per pulire le superfici di casa, ottimo modo per non separarsi del tutto da maglie e vestiti a cui siamo stati più affezionati.

 

  1. Una soluzione particolarmente utile per il bene dell’ambiente, e per coltivare e promuovere la cultura del risparmio e del riciclo, è quella di riutilizzare le fibre che compongono i vestiti per la produzione di altri materiali.

You might also like

Casa e Giardino

Innovativa idea per ridurre l’utilizzo di pellicola in cucina

Quanti metri di pellicola alimentare vengono sprecati, ogni giorno, nelle nostre cucine? Più di quanti non pensiamo, e molti più di quelli che potremmo risparmiare utilizzando, ad esempio, innovativi metodi riutilizzabili ed ecocompatibili. Eccone uno.

Casa e Giardino

Da vecchio mobile a splendida fioriera

Se siete stanchi del vostro cassettone, ecco un’idea semplice, pratica ed ingegnosa per trasformare e riciclare il vecchio mobile in una splendida fioriera da porre all’esterno della vostra casa.

Riciclo

L’arte del riciclo: bicchieri di plastica usati diventano lampada

Avete fatto festa e avete la casa piena di bicchieri di plastica usati? Invece di buttarli, perché non impiegarli per creare un’originale lampada fai da te, perfetta per arredare il salotto, la camera da letto e la camera dei ragazzi? Il risultato è un simpatico ed ecologico pallone luminoso!

0 Comments

No Comments Yet!

You can be first to comment this post!

Leave a Reply