Prevenire è meglio che riciclare: 8 consigli per pre-riciclare e vivere meglio!

Prevenire è meglio che riciclare: 8 consigli per pre-riciclare e vivere meglio!

Tecnicamente, si chiama “pre-riciclo”, e di tratta un insieme di semplicissime pratiche che, se messe in atto in modo corretto e continuativo durante la nostra vita quotidiana, ci permettono di ridurre il quantitativo di rifiuti prodotti e di limitare l’attività di riciclo… semplicemente perché non ce ne sarà più così tanto bisogno.

 

Ecco qualche esempio pratico:

 

  1. Abituatevi a portare le vostre borse riciclabili quando andate al supermercato, ad esempio tenendone un paio sempre in macchina, o una di quelle di tessuto leggero ripiegabili nella borsa. In questo modo limiterete la quantità di plastica o di carta che entra in casa e che andrà poi smaltita.
  1. Evitate di acquistare oggetti usa e getta come tovaglioli e pannolini di carta, piatti e posate di plastica: in questo modo il vostro sacco della spazzatura sarà più “leggero” ed eviterete di aggiungere ai rifiuti anche le confezioni e gli involucri.
  1. Abituatevi ad acquistare prodotti a “lunga durata” (come le batterie o le lampadine) e scegliete detersivi e detergenti in versione concentrato: nonostante la spesa leggermente superiore al momento dell’acquisto, infatti, alla fine avrete una durata superiore, abbatterete il costo di un numero maggiore di confezioni (che non è alto ma comunque si sente) e soprattutto ridurrete drasticamente la quantità di rifiuti prodotti settimanalmente.
  1. Acquistate il più possibile in grandi quantità: i formati famiglia o convenienza, oltre a darvi un neanche tanto trascurabile vantaggio economico rispetto alle confezioni singole, vi aiutano a ridurre la quantità di confezioni che portate in casa, e quindi anche di rifiuti, oltre a permettervi di ridurre, se vi organizzate bene, anche i viaggi che effettuate per andare a fare spese e rifornimenti.
  1. Quando fate la spesa preferite prodotti con la minore quantità possibile di confezione, involucro, plastica e via dicendo. Scegliete le verdure dal banco dei freschi, e se proprio dovete prendere alimenti confezionati, date la precedenza a quelli realizzati con materiali riciclati o comunque “green”.
  1. Evitate di acquistare oggetti e prodotti in confezioni o vassoi di polistirolo: si tratta infatti di uno dei materiali più indigesti per il pianeta, il più difficile da smaltire e per questo il più inquinante e pericoloso.
  1. Preferite prodotti contenuti in contenitori di cartone, vetro, alluminio o carta, che possono essere facilmente riciclati sia in casa (ad esempio i barattoli di vetro, che possono anche essere riutilizzati per altri scopi) che smaltiti.
  1. Abituatevi a leggere le etichette di tutto quello che comprate, ed evitate prodotti che contengono elementi dannosi per la natura, che avvelenano l’ambiente e che possono essere pericolosi anche per la salute.

 

Ovviamente, ci sono singole situazioni in cui non è possibile seguire questi consigli, in cui non si può per qualsiasi motivo comprare in grosse confezioni o in cui ci si trova costretti a dotarsi di oggetti usa e getta, ma se cercassimo nel limite del possibile di seguire queste indicazioni, sicuramente ridurremmo e non di poco il nostro impatto ambientale. E ci troveremmo ad affrontare il momento della raccolta differenziata dei rifiuti in modo più leggero. Quindi… buon pre-riciclo a tutti!

You might also like

Lifestyle

Londra ecologica con la superstrada ciclabile

Alcune delle maggiori città europee hanno capito da anni l’importanza di progetti ecologici che riducano l’inquinamento stradale da monossido di carbonio; se far rispettare le leggi antinquinamento, che prevedono corrette manutenzioni dei veicoli e i blocchi su strada di quelli inquinanti, è assolutamente essenziale, altrettanto importante è dare modo a coloro che decidono di utilizzare mezzi alternativi, come la bicicletta, di poterlo fare in totale sicurezza e assoluta comodità. 

Lifestyle

Come trasformare una vecchia sedia in una cuccia modaiola per i nostri amici a quattro zampe

Assumere un comportamento ecologico significa rispettare l’ambiente, salvaguardando il più possibile la natura e, al contempo, aiutando i processi di smaltimento con atteggiamenti responsabili e coscienziosi. Una delle modalità con cui possiamo concretamente aiutare l’ecosistema è il riciclo di tutti quegli oggetti e materiali che altrimenti finirebbero nella spazzatura. Riciclare vuol dire reinventare, dare una nuova vita a qualcosa di inutilizzato; scopriamo come trasformare una vecchia sedia in un’accattivante “letto per cani”.

SLIDEBAR

Minimizzare l’impatto dell’uomo sulla terra: Lauren Singer lo fa e a tutti gli altri non resta che prendere esempio

I dati e le catastrofi ambientali degli ultimi anni parlano chiaro: è giunta l’ora di porre la massima attenzione all’ambiente, eliminando il più possibile le abitudini che portano all’inquinamento. Minimizzare l’impatto dell’uomo sulla è terra è possibile; a dimostrarlo è una giovane donna,  Lauren Singer, una ragazza di poco più di vent’anni che ha deciso di vivere senza creare rifiuti E assumendo unicamente comportamenti ecologici.

0 Comments

No Comments Yet!

You can be first to comment this post!

Leave a Reply