Prevenire è meglio che riciclare: 8 consigli per pre-riciclare e vivere meglio!

Prevenire è meglio che riciclare: 8 consigli per pre-riciclare e vivere meglio!

Tecnicamente, si chiama “pre-riciclo”, e di tratta un insieme di semplicissime pratiche che, se messe in atto in modo corretto e continuativo durante la nostra vita quotidiana, ci permettono di ridurre il quantitativo di rifiuti prodotti e di limitare l’attività di riciclo… semplicemente perché non ce ne sarà più così tanto bisogno.

 

Ecco qualche esempio pratico:

 

  1. Abituatevi a portare le vostre borse riciclabili quando andate al supermercato, ad esempio tenendone un paio sempre in macchina, o una di quelle di tessuto leggero ripiegabili nella borsa. In questo modo limiterete la quantità di plastica o di carta che entra in casa e che andrà poi smaltita.
  1. Evitate di acquistare oggetti usa e getta come tovaglioli e pannolini di carta, piatti e posate di plastica: in questo modo il vostro sacco della spazzatura sarà più “leggero” ed eviterete di aggiungere ai rifiuti anche le confezioni e gli involucri.
  1. Abituatevi ad acquistare prodotti a “lunga durata” (come le batterie o le lampadine) e scegliete detersivi e detergenti in versione concentrato: nonostante la spesa leggermente superiore al momento dell’acquisto, infatti, alla fine avrete una durata superiore, abbatterete il costo di un numero maggiore di confezioni (che non è alto ma comunque si sente) e soprattutto ridurrete drasticamente la quantità di rifiuti prodotti settimanalmente.
  1. Acquistate il più possibile in grandi quantità: i formati famiglia o convenienza, oltre a darvi un neanche tanto trascurabile vantaggio economico rispetto alle confezioni singole, vi aiutano a ridurre la quantità di confezioni che portate in casa, e quindi anche di rifiuti, oltre a permettervi di ridurre, se vi organizzate bene, anche i viaggi che effettuate per andare a fare spese e rifornimenti.
  1. Quando fate la spesa preferite prodotti con la minore quantità possibile di confezione, involucro, plastica e via dicendo. Scegliete le verdure dal banco dei freschi, e se proprio dovete prendere alimenti confezionati, date la precedenza a quelli realizzati con materiali riciclati o comunque “green”.
  1. Evitate di acquistare oggetti e prodotti in confezioni o vassoi di polistirolo: si tratta infatti di uno dei materiali più indigesti per il pianeta, il più difficile da smaltire e per questo il più inquinante e pericoloso.
  1. Preferite prodotti contenuti in contenitori di cartone, vetro, alluminio o carta, che possono essere facilmente riciclati sia in casa (ad esempio i barattoli di vetro, che possono anche essere riutilizzati per altri scopi) che smaltiti.
  1. Abituatevi a leggere le etichette di tutto quello che comprate, ed evitate prodotti che contengono elementi dannosi per la natura, che avvelenano l’ambiente e che possono essere pericolosi anche per la salute.

 

Ovviamente, ci sono singole situazioni in cui non è possibile seguire questi consigli, in cui non si può per qualsiasi motivo comprare in grosse confezioni o in cui ci si trova costretti a dotarsi di oggetti usa e getta, ma se cercassimo nel limite del possibile di seguire queste indicazioni, sicuramente ridurremmo e non di poco il nostro impatto ambientale. E ci troveremmo ad affrontare il momento della raccolta differenziata dei rifiuti in modo più leggero. Quindi… buon pre-riciclo a tutti!

You might also like

SLIDEBAR

Auto ibrida e tutela dell’ambiente: come funziona e quali vantaggi offre

Se ne sente parlare sempre più spesso e oggi anche gli italiani iniziano ad orientare la propria scelta sull’auto ibrida; ma che cos’è esattamente la tecnologia ibrida? Quali sono i reali vantaggi che il suo utilizzo porterebbe all’ambiente? E ancora, quali sarebbero i benefici in termini di risparmio economico? Scopriamo tutto ciò che c’è da sapere sull’auto ibrida e perché sceglierla.

Lifestyle

Telefono cellulare che funziona col vento

Un innovativo e originale telefono che funziona con l’energia del vento, per averlo sempre carico ovunque ci si trovi, ad esempio posizionandolo fuori dal finestrino di un’auto in corsa o, nei casi di necessità più estrema, soffiandoci sopra, utilizzando quindi solo energie rinnovabili, per un approccio alla tecnologia con un impatto ambientale ridotto e tanta originalità in più.

Lifestyle

5 motivi per scegliere gli abiti in tessuto naturale

Anche per quanto riguarda l’abbigliamento, e non solo per quel che concerne alimentazione e stile di vita, utilizzare materiali naturali è un’ottima scelta, se volete fare del bene a voi stessi, e prendervi maggiore cura della vostra pelle, e all’ambiente. Ecco allora di cosa si parla quando si menzionano tessuti e vestiti in fibra naturale e quali sono le loro principali caratteristiche.

0 Comments

No Comments Yet!

You can be first to comment this post!

Leave a Reply