Pasta di legumi a basso indice glicemico

Pasta di legumi a basso indice glicemico

Secondo il team di ricercatori che la sta mettendo a punto, che fanno capo all’Università Cattolica di Piacenza, questa pasta non sarebbe un vero e proprio toccasana solo per i celiaci, ma anche per tutti coloro che attualmente, al supermercato, prediligono li prodotti senza glutine nella (errata) convinzione che questi ultimi non facciano ingrassare, senza considerare, invece, che nella maggior parte dei casi l’apporto calorico di una porzione di pasta non è data dalla pasta in sé, ma da quello con cui la si condisce.

Sembra però che, spesso, la pasta speciale senza glutine che viene prodotta per chi soffre di celiachia abbia un indice glicemico più alto rispetto a quello della pasta tradizionale: da qui l’esigenza di sviluppare un prodotto, sempre senza glutine, che contribuisca a mantenere invariati i livelli glicemici, senza “balzelli”.

Ancora, pare che tante delle persone che decidono di eliminare completamente il glutine dalla loro dieta vadano incontro a problemi di sovrappeso e addirittura di obesità, in quanto molto probabilmente la loro alimentazione non è equilibrata al punto giusto, situazione che viene ulteriormente peggiorata dall’acquisto di prodotti gluten-free.

Questo nuovo tipo di pasta recentemente messo a punto, invece, è ad assorbimento lento, se paragonato a quello dei cereali che vengono comunemente impiegati per la realizzazione di prodotti senza glutine, qualità che potrebbe mettere i celiaci al riparo da aumenti ponderali sostanziosi dati dalla scelta di alimenti sì senza glutine, ma con un indice glicemico molto superiore.

Questa nuova pasta, invece, realizzata con una combinazione di farine di teff e di riso mischiate a determinati tipi di fagiolo, potrà essere tranquillamente introdotta nella dieta quotidiana di un celiaco senza causare scompensi o portare a effetti indesiderati. Naturalmente, l’esperimento non si ferma alla pasta ma prenderà in considerazione anche diversi tipi di snack come biscotti e cracker.

You might also like

Ambiente

Impariamo a comprare sfuso

Comprare prodotti sfusi è un metodo ecocompatibile che permette a tutti noi di usufruire di una serie di vantaggi sia personali che ambientali. Ecco alcuni pratici consigli.

SLIDEBAR

5 modi per riutilizzare lo yogurt scaduto

Lo spreco è in assoluto uno dei mali peggiori che caratterizzano questa epoca e la nostra società; siamo talmente abituati a “buttare via” da non renderci conto che stiamo consumando le risorse del nostro pianeta in maniera davvero vergognosa. Quante volte buttiamo via oggetti e materiali ancora utilizzabili o, peggio ancora, quantità importanti di cibo, unicamente per distrazione? Tra gli alimenti maggiormente sprecati, gli yogurt sono tra quelli che, anche se scaduti, possono essere riciclati in diversi modi; scopriamo quali.

Lifestyle

8 modi intelligenti per riciclare i pallet

Al giorno d’oggi il riciclaggio rappresenta una delle migliori modalità per mettere in pratica un atteggiamento eco-solidale davvero efficace; contribuendo alla salvaguardia dell’ambiente e non gravando sul sistema già saturo dello smaltimento dei rifiuti è possibile, al contempo, creare qualcosa di utile e funzionale risparmiando denaro e mettendo alla prova le nostre doti creative. A questo proposito, uno degli oggetti più versatili a semplici da trasformare in una grande varietà di elementi d’arredo è il pallet di legno.

0 Comments

No Comments Yet!

You can be first to comment this post!

Leave a Reply