Orologio ecologico che funziona con l’energia delle piante

Orologio ecologico che funziona con l’energia delle piante

Dalla terra, l’energia

Le tecnologie eco-compatibili stanno entrando sempre di più nella nostra quotidianità, attraverso idee del tutto originali, in grado di stupire senza nuocere all’ambiente. E chi apprezza questo tipo di innovazioni e si preoccupa per la salvaguardia del nostro pianeta, da oggi può approfittare di un’altra stravagante quanto eco-solidale invenzione: si tratta di un gadget davvero “verde”, un orologio da terra.

Come avrete percepito dal suo nome, stiamo parlando di un orologio che funziona utilizzando il metabolismo del terreno e dell’acqua in esso contenuta. Proposto da Marieke Staps un designer olandese, questo affascinante oggetto sfrutta l’energia del metabolismo naturale, presente di ogni organismo vivo, per azionarsi e funzionare senza l’ausilio di batterie o corrente elettrica.

Brillante vero? L’unico accorgimento che dovrete avere nel caso desideriate acquistare questo strabiliante orologio è di aggiungere un po’ di acqua al terreno di tanto in tanto. Economico e assolutamente ecologico!

Come funziona?

Il funzionamento è piuttosto semplice: piccoli fili di rame e zinco, gli stessi utilizzati in un comune file elettrico, collegano l’orologio con il suolo umido, in questo modo interagiscono con gli elettroliti naturali (sostanze che in soluzione sono in grado di condurre corrente elettrica attraverso gli ioni), presenti nei minerali del terreno.

Ovviamente questo meccanismo non produce una gran quantità di energia, ma riesce ad ottenerne a sufficienza per far muovere le lancette (in questo caso virtuali, trattandosi di un oggetto digitale) di un orologio. 

 

Esteticamente, questo Soil-Clock è identico ad un qualsiasi altro orologio-sveglia, di linea decisamente semplice, se però siete preoccupati per l’aspetto estetico del gadget, il designer suggerisce di utilizzare un paio di piccole piante in vaso che facciano da sfondo o da cornice al vostro eco-clock, in modo da ottenere un piccolo angolo verde in casa vostra, o magari una zona fiorita e colorata, questo migliorerà in maniera apprezzabile l’estetica del vostro orologio “verde”.

Ricordatevi però che le piante chiedono acqua nei tempi giusti! Altrimenti l’orologio si fermerà, ed è molto meglio spendere una manciata di secondi per riempire un bicchiere d’acqua che acquistare costose batterie e doverle poi smaltire; meglio per noi, e soprattutto meglio per l’ambiente!

Dal punto di vista dell’arredo questo eco-clock è adatto ad un ambiente dal design moderno e minimalista; certamente non contribuirà in maniera rilevante al look della vostra stanza, ma questo gadget appartiene a quell’insieme di piccoli ma importanti oggetti che trasformano il nostro stile di vita in un atteggiamento di vita eco-solidale!

E ora sincronizzate gli orologi, annaffiate le piante e… controllate l’ora!

You might also like

Casa e Giardino

5 decorazioni fai da te per la casa a costo (quasi) zero!

Chi dice che per arredare con gusto e personalità la vostra casa dobbiate per forza acquistare in negozio complementi grandi e piccoli? Con un po’ di fantasia e un po’ di creatività è possibile infatti realizzare piccole decorazioni e veri e propri accenti d’arredo senza spendere cifre esorbitanti. Ecco allora cinque idee, facili da realizzare, con cui iniziare!

Casa e Giardino

Come risparmiare energia utilizzando il frigorifero

Il frigorifero è forse l’elettrodomestico utilizzato più frequentemente dentro casa. È praticamente impossibile tenere il conto di quante volte, per reale necessità e non, lo apriamo durante l’arco di un’intera giornata. Che dire poi di come lo riempiamo e di quanto stiamo effettivamente attenti all’impianto di refrigerazione? Ebbene, questi sono solo alcuni degli importanti accorgimenti che dovremmo mettere in pratica per risparmiare più energia possibile propria dall’utilizzo di questo elettrodomestico. Ecco allora qualche prezioso consiglio.

SLIDEBAR

Come ridurre le emissioni responsabile dell’effetto serra artificiale

Come spiega la teoria del surriscaldamento globale, l’odierno riscaldamento del clima terrestre è dovuto in parte alle naturali variazioni climatiche e in parte all’azione umana; le stime ci dicono che la vita dell’uomo sulla terra impatti negativamente sul clima apportando un aumento eccessivo di CO2 e metano, e che proprio tale aumento di gas è responsabile del conseguente aumento della temperatura terreste e del cosiddetto effetto serra artificiale. Vediamo cosa possiamo fare per ridurre tali emissioni, contribuendo attivamente alla salvaguardia del Pianeta.

0 Comments

No Comments Yet!

You can be first to comment this post!

Leave a Reply