Occhiali con pannelli solari per produrre energia

Ray-ban è uno dei brand di occhiali da sole più conosciuto al mondo, con uno stile sempre elegante nel tempo e con un successo che si mantiene sempre costante di generazioni in generazione. Questa volta però non si tratta di evidenziare lo stile di un particolare modello o di una specifica collezione, ma di sottolineare un progetto innovativo e originale, sperimentato proprio su un paio di occhiali a marchio Ray-Ban.

L’idea arriva da una coppia di designer, Sayalee Kalustar e Ramiro Ramirez, che ha messo a punto un metodo molto innovativo progettando e integrando proprio all’interno dei celebri Ray-Ban un dispositivo di pannelli solari con l’obiettivo di produrre e accumulare l’energia necessaria per piccole azioni quotidiane.

L’oggetto in questione si chiama Shada Shades e a prima vista sembra trattarsi di un comunissimo paio di occhiali da sole. L’unica differenza è che, all’interno delle asticelle degli occhiali, sono presenti dei pannelli solari in grado di funzionare producendo energia con la semplice esposizione al sole. Insomma, parliamo di veri e propri occhiali con pannelli solari.

Così, questo particolare paio di occhiali da sole funziona un po’ come se si trattasse di una batteria, in grado di accumulare l’energia necessaria, da utilizzare in un secondo momento per svolgere piccole azioni quotidiane, come caricare il cellulare, il tablet e qualsiasi altro dispositivo tecnologico munito di attacco usb.

Le asticelle degli occhiali con pannelli solari, che uniscono tra loro le lenti sono infatti rimuovibili e basterà staccarle fisicamente dagli occhiali e inserire la loro estremità esterna, quella direttamente a contatto con le lenti, all’interno della presa dello smartphone o del tablet per ricaricarne la batteria facendo a meno del classico caricatore.

L’operazione risulta particolarmente utile soprattutto quando si è fuori casa perché si avrebbe così la possibilità di disporre un carica batterie sempre pronto all’utilizzo. Unica condizione necessaria per l’uso, ovviamente, è la presenza del sole.

You might also like

Lifestyle

Lampada a energia cinetica senza fili

Lampada senza fili a forma sferica. Per funzionare non ha bisogno della classica presa di corrente ma necessita solo di essere messa in movimento di tanto in tanto. L’azione prodotta dal movimento sfrutta l’energia cinetica che mette in atto il funzionamento della luce a LED presente al suo interno e quando è prossima allo spegnimento basta solo assicurarle un piccolo movimento rotatorio e continuerà ad illuminare la stanza.

Riciclo

9 idee per riciclare creativamente vecchie t-shirt

La classica t-shirt è uno degli indumenti più utilizzati nella vita quotidiana, e di conseguenza l’indumento più soggetto all’usura. Ma quando la maglietta è proprio da buttare, nel senso che non è più possibile indossarla per evidenti motivi, neanche per andare in palestra, aspettate a destinarla alla spazzatura: potrebbe tornarvi utile qualora vi vogliate cimentare con un po’ di riciclo creativo. Ecco allora qualche idea per dare nuova vita alle vecchie magliette, in modo originale e anche divertente.

Riciclo

Vestire vegan: per essere fashion anche senza pelle e cuoio

Cuoio, pelle e camoscio sono nemici indiscussi per chi ha deciso di seguire la filosofia vegana, nel rispetto degli animali e delle natura. Il problema si pone però anche nel versante compere e shopping e può diventare ostico anche quando si è alle prese con l’acquisto di una borsa o di un paio di scarpe. Ecco allora qualche consiglio, sui materiali da prediligere e che diventano validi sostituti di pelle e cuoio nel confezionamento di prodotti come indumenti e accessori.

0 Comments

No Comments Yet!

You can be first to comment this post!

Leave a Reply