Matita riciclabile che si pianta in vaso

Matita riciclabile che si pianta in vaso

La matita è un accessorio onnipresente nelle case e negli uffici di tutto il mondo e, proprio per il suo massiccio utilizzo, i cestini della spazzatura sono sempre colmi di mini matite ormai consumate e per questo non più fruibili.

Proviamo a pensare per un attimo a quanto utile potrebbero diventare questi scarti da ufficio se si potessero trapiantare per favorire la nascita di erbe, piante e fiori. Detto, fatto. L’idea è veramente originale e arriva da un gruppo di studenti del MIT che ha progettato una tipologia di matita davvero speciale, riciclabile e soprattutto utile.

 

Si chiama Sprout ed è una matita riciclabile composta di cedro che si avvale della graffite e dell’argilla al posto del piombo. All’estremità opposta alla punta è sistemata una capsula contenente dei semi, di varie tipologie per ogni matita, per fare in modo che, una volta esaurita, la matita possa essere trapiantata in un vaso dando vita a piante e fiori.

Per questo motivo, su ognuna è scritto il nome di una pianta diversa. Ce ne sono circa venti varianti e così ci sarà la matita che recherà la scritta pomodoro, quella sopra la quale ci sarà scritto rosmarino, varietà di fiore e così via.

L’utilità della matita riciclabile Sprout a questo punto è chiarissima; una volta consumata basta inserirla all’interno di una vaso pieno di terra e annaffiarlo avendo cura di bagnare la capsula protettiva, che si dissolverà sprigionando i semi al suo interno. La matita potrà poi essere ulteriormente impiegata come etichetta per indicare cosa state coltivando.

Se l’idea vi piace e volete mettervi alla prova, non vi resta che acquistare questa specialissima matita. On line è possibile acquistarla in pacchetti da otto a una cifra modica che si aggira intorno ai 20 dollari.

PiantaMatita Sprout è disponibile in Italia sul sito http://www.igrin.it

You might also like

News

Antibiotici negli allevamenti italiani: le associazioni ambientaliste chiedono al governo di pronunciarsi per il divieto

Le associazioni ambientaliste chiedono al governo di vietare l’uso profilattico e metafilattico degli antibiotici negli allevamenti; la situazione, che richiede un intervento cosciente e tempestivo, vede il nostro Paese come terzo maggior utilizzatore degli antibiotici nell’allevamento.

News

Plastica, inquinamento e sicurezza: cosa indica il numero stampato su bottiglie e altri contenitori?

Come abbiamo sottolineato più volte, la plastica è uno dei materiali più comuni, oggi utilizzata per moltissimi scopi e spesso anche in maniera incontrollata ed inutile; la plastica è altamente inquinante e contamina l’ambiente in ogni angolo, dalle acque al terreno all’atmosfera. Se pensate di sapere tutto ciò che c’è da sapere in merito a questo materiale, forse vi sbagliate; sapete, ad esempio, cosa significa quel numero che troviamo su bottiglie e altri contenitori di plastica? Scopriamolo e vediamo perché è così importante conoscere il suo significato.

0 Comments

No Comments Yet!

You can be first to comment this post!

Leave a Reply