Innovazioni ecologiche: lo shampoo solido per contrastare la produzione dei rifiuti

Innovazioni ecologiche: lo shampoo solido per contrastare la produzione dei rifiuti

Quando facciamo la spesa, oltre ad acquistare i prodotti di cui abbiamo bisogno, ci ritroviamo in casa decine di imballaggi che nella maggior parte dei casi finiscono nella spazzatura e di seguito nel già saturo sistema di smaltimento dei rifiuti.

Qualsiasi cosa è confezionata, dai prodotti alimentari a quelli per la pulizia e l’igiene personale, e anche se spesso l’imballaggio potrebbe essere evitato nella realtà le ditte produttrici continuano a vendere i loro prodotti in confezioni che, nella maggior parte dei casi, sono di plastica.

Come sappiamo, la plastica è tra i materiali più comuni, ma è anche difficile da smaltire e altamente inquinante; riuscire a ridurre la quantità di plastica in circolazione vorrebbe dire, quindi, fare un grande passo in avanti verso la salvaguardia dell’ambiente.

In quest’ottica sono da premiare le aziende, purtroppo non molto numerose, che decidono di investire nell’ecologia commercializzando i loro prodotti senza imballaggio; tra queste la società neozelandese Ethique si è guadagnata un posto d’onore sulla rivista Forbes, grazie ad un’innovazione verde che fa parlare molto di sé proprio in questo periodo.

Ethique ha realizzato una linea di prodotti ecologici in quanto vendibili senza confezione; si tratta di shampoo e balsamo solidi.

Da oggi sarà quindi possibile comperare lo shampoo o il balsamo in cubetti, evitando di acquistare anche le relative bottiglie di plastica che sino ad ora sembravano indispensabili per contenere questi prodotti.

Ethique ha sempre lavorato con un occhio di riguardo per l’ambiente producendo anche sapone in mattonelle e crema abbronzante solida, tutti prodotti privi di packaging avvolti in materiali completamente biodegradabili.

In un’intervista con la rivista statunitense Forbes, che si occupa di economia e finanza, la fondatrice di Ethique Brianne West afferma: “Più ci pensavo, più mi sembrava una pazzia pagare un sacco di soldi per tutta quell’acqua dentro della plastica“; da qui l’idea di limitare i costi contribuendo attivamente alla salvaguardia dell’ambiente.

I prodotti di Ethique privi di imballaggio sono semplicemente stati privati dell’acqua, perché come continua la West: “È molto più logico confezionare gli ingredienti di shampoo, balsamo, crema idratante, sapone liquido, crema da barba e così via, e poi usarli con l’acqua che esce dalla propria doccia“.

Così facendo si riesce a risparmiare ben il 90% dell’acqua solitamente contenuta nelle bottiglie dei prodotti per la cura dell’igiene personale che da sempre tutti noi acquistiamo; inoltre una barretta di shampoo durerà quanto cinque bottiglie.

Anche se per ora Ethique è l’unica azienda al mondo che si dedica alla produzione di saponi e shampoo solidi, potrebbe dare il via ad una nuova tendenza eco friendly che potrebbe portare ad una nuova era, quella dei prodotti privi di packaging.

L’obiettivo di Ethique non è soltanto quello di eliminare la plastica dai prodotti, ma anche quello di commercializzare unicamente prodotti naturali e, aspetto altrettanto importante, non testati sugli animali.

Come rivelano i dati comparsi sulla rivista Forbes, sino ad ora Ethique è riuscita ad evitare di mettere in circolazione oltre 60mila bottiglie di plastica, e l’obiettivo futuro è quello di arrivare a 1 milione di bottiglie risparmiate entro il 2020.

You might also like

Ambiente

Suggerimenti, riflessioni e spunti per viaggiare in modo più ecologico

Viaggiare in modo ecologico, riducendo l’impatto ambientale dei nostri spostamenti è possibile, a dimostrazione che con piccoli gesti si possono ottenere grandi risultati: ecco qualche suggerimento per vacanze… con la coscienza ambientale pulita!

Ambiente

19 agosto, overshoot day: quando il mondo entra in deficit ecologico

Cosa succederebbe nel mondo se iniziassimo a consumare più di quanto i nostri ecosistemi sono in grado di produrre e di rigenerare? Non è fantascienza; purtroppo è la triste realtà del nostro mondo, e il fatidico giorno è già stato superato.

SLIDEBAR

WWF e ZSL: il 67% delle specie animali saranno estinte entro il 2020

Che alcune specie animali si stiano estinguendo non è un mistero per nessuno, e purtroppo il problema sembra lasciare troppa indifferenza nell’intera popolazione, ma i dati delle ultime stime e degli studi più recenti sono davvero allarmanti; stiamo assistendo ad un fenomeno di estinzione di massa.

0 Comments

No Comments Yet!

You can be first to comment this post!

Leave a Reply