Il futuro possibile: nuove batterie per gadget elettronici che si ricaricheranno una volta al mese

Il futuro possibile: nuove batterie per gadget elettronici che si ricaricheranno una volta al mese

Cos’è una batteria

Una batteria è un insieme di celle elettrochimiche in grado di trasformare degli elementi chimici in energia elettrica. Inventate nel 1800, inizialmente solo in forma usa-e-getta, sono state successivamente migliorate fino ad arrivare all’attuale forma di batterie ricaricabili.

Nel tempo sono stati corretti anche problemi di fluttuazione del voltaggio e di durata della carica, con una trasformazione che è stata possibile grazie al passaggio dall’utilizzo di batterie da bagnate a asciutte (da Wet Cell a Dry Cell), con conseguente incremento anche della durata tra una carica e l’altra.

Ma l’innovazione non si ferma, la ricerca in questo campo va avanti e stiamo per assistere ai primi, memorabili risultati di questo sforzo alla volta di una “carica durevole” per i nostri oggetti elettronici.

La novità

Sono anni, anzi decenni, che i ricercatori di ogni parte del mondo stanno cercando di mettere a punto batterie ricaricabili che permettano di essere ricaricate con molta meno frequenza rispetto ad oggi, e tante delle idee che stanno nascendo da questi studi sono attualmente in uso nei gadget e negli smartphone che utilizziamo ogni giorno, ad esempio le ormai conosciute batterie la Litio, che assicurano una potenza maggiore e una durata superiore alla media.

Ad esempio, gli ingegneri tedeschi del Centro di Ricerca per l’Energia Solare e l’Idrogeno hanno migliorato una comune batteria rendendola capace di sopportare più di 10.000 volte tanto le ricariche, con una durata globale (presunta ma auspicabile) di circa 27 anni. Ancora, i ricercatori dell’Oak Ridge National Laboratory of the Department of Energy hanno recentemente dichiarato di aver messo a punto una batteria con una durata esponenzialmente incrementata, altra grande conquista in questo ambito.

Il vantaggi per noi…

La differenza, per noi, saranno batterie sempre più compatte, sempre più durature, che dovranno essere caricate sempre meno, incrementando così l’autonomia dei nostri gadget tecnologici come computer portatili, tablet, smartphone, macchine fotografiche e via dicendo, oltre a poter diventare sempre più leggeri e di dimensioni ridotte e ad avere tempi di carica più brevi.

 

E gli svantaggi?

Al momento, oltre all’impatto ambientale che comporterebbe la produzione di queste nuove super-batterie, e soprattutto il loro smaltimento, per il momento si sta ancora ragionando su fattibilità, costi di produzione e soprattutto problemi di sicurezza, soprattutto riguardo alle possibili conseguenze in caso di corti circuito o surriscaldamento.

You might also like

Risparmio Energetico

Computer portatile a energia solare

Un concept di computer portatile rivoluzionario e unico nel suo genere. Il meccanismo che ne sta alla base lo rende simile a una pianta e infatti, per ricaricarsi, il computer assume prima la forma di un cilindro allungato e poi viene immerso in un contenitore pieno d’acqua, che innesca il processo di elettrolisi e fornisce l’energia necessaria al computer per funzionare.

Risparmio Energetico

Le 5 fonti di energia rinnovabile più insolite e bizzarre/2

Continuano le altre fonti di energia rinnovabile pensata per un utilizzo immediato o futuro e che forse in un giorno non troppo lontano vedremo realizzare….oppure mai!

Risparmio Energetico

6 consigli per una cucina green

La cucina è decisamente l’ambiente dal quale partire se volete contribuire, nel vostro piccolo e durante le operazioni quotidiane, alla salvaguardia dell’ambiente e al risparmio energetico. Ecco allora come fare, in sei semplici ma fondamentali mosse, dall’utilizzo degli elettrodomestici alle più banali consuetudini, che potete mettere in pratica tutti i giorni e a costo zero.

0 Comments

No Comments Yet!

You can be first to comment this post!

Leave a Reply