Il futuro possibile: nuove batterie per gadget elettronici che si ricaricheranno una volta al mese

Il futuro possibile: nuove batterie per gadget elettronici che si ricaricheranno una volta al mese

Cos’è una batteria

Una batteria è un insieme di celle elettrochimiche in grado di trasformare degli elementi chimici in energia elettrica. Inventate nel 1800, inizialmente solo in forma usa-e-getta, sono state successivamente migliorate fino ad arrivare all’attuale forma di batterie ricaricabili.

Nel tempo sono stati corretti anche problemi di fluttuazione del voltaggio e di durata della carica, con una trasformazione che è stata possibile grazie al passaggio dall’utilizzo di batterie da bagnate a asciutte (da Wet Cell a Dry Cell), con conseguente incremento anche della durata tra una carica e l’altra.

Ma l’innovazione non si ferma, la ricerca in questo campo va avanti e stiamo per assistere ai primi, memorabili risultati di questo sforzo alla volta di una “carica durevole” per i nostri oggetti elettronici.

La novità

Sono anni, anzi decenni, che i ricercatori di ogni parte del mondo stanno cercando di mettere a punto batterie ricaricabili che permettano di essere ricaricate con molta meno frequenza rispetto ad oggi, e tante delle idee che stanno nascendo da questi studi sono attualmente in uso nei gadget e negli smartphone che utilizziamo ogni giorno, ad esempio le ormai conosciute batterie la Litio, che assicurano una potenza maggiore e una durata superiore alla media.

Ad esempio, gli ingegneri tedeschi del Centro di Ricerca per l’Energia Solare e l’Idrogeno hanno migliorato una comune batteria rendendola capace di sopportare più di 10.000 volte tanto le ricariche, con una durata globale (presunta ma auspicabile) di circa 27 anni. Ancora, i ricercatori dell’Oak Ridge National Laboratory of the Department of Energy hanno recentemente dichiarato di aver messo a punto una batteria con una durata esponenzialmente incrementata, altra grande conquista in questo ambito.

Il vantaggi per noi…

La differenza, per noi, saranno batterie sempre più compatte, sempre più durature, che dovranno essere caricate sempre meno, incrementando così l’autonomia dei nostri gadget tecnologici come computer portatili, tablet, smartphone, macchine fotografiche e via dicendo, oltre a poter diventare sempre più leggeri e di dimensioni ridotte e ad avere tempi di carica più brevi.

 

E gli svantaggi?

Al momento, oltre all’impatto ambientale che comporterebbe la produzione di queste nuove super-batterie, e soprattutto il loro smaltimento, per il momento si sta ancora ragionando su fattibilità, costi di produzione e soprattutto problemi di sicurezza, soprattutto riguardo alle possibili conseguenze in caso di corti circuito o surriscaldamento.

You might also like

Casa e Giardino

7 modi per rendere la vostra cucina più ecologica/2

Continua dalla pagina precedente come rivisitare la vostra cucina, inserendo nuovi elementi d’arredo o trasformando quelli vecchi, non è soltanto un modo per rendere lo spazio più trendy e funzionale, ma può essere anche una giusta occasione per renderlo più rispettoso dell’ambiente.

Risparmio Energetico

Bonsai a pannelli solari per ricaricare il cellulare

Bonsai moderno dotato di pannelli solari per ricaricare il cellulare. Si presenta come un classico bonsai in miniatura ma, sopra i suoi rami, ospita tanti piccoli pannelli fotovoltaici in grado di assorbire l’energia dal sole e immagazzinarla all’interno della batteria, per offrire a voi di ricaricare il vostro smartphone senza l’ausilio della presa elettrica.

Lifestyle

Automobili elettriche: sono davvero così ecologiche?

Chi acquista un’auto elettrica è spesso convinto di abbassare il proprio impatto ecologico e di poter circolare “con la coscienza pulita”. Ma siamo proprio sicuri che la produzione di queste auto sia davvero a impatto ridotto? Forse non è davvero così…

0 Comments

No Comments Yet!

You can be first to comment this post!

Leave a Reply