Energie rinnovabili: quali sono e quali benefici portano

Energie rinnovabili: quali sono e quali benefici portano

 

Energie alternative, nel rispetto del pianeta, della natura e dell’uomo

Le energie rinnovabili sono forme di energia prodotte da risorse naturali, non esauribili e alternative rispetto alle fonti fossili, che al contrario non sono rinnovabili. La peculiarità delle energie rinnovabili è la capacità di produrre energia pulita, senza immettere nell’ambiente sostanze tossiche o nocive per l’ambiente e per l’uomo.

Sono molte le ricerche che si muovono oggi in questa direzione, nella speranza che tutti comprendano la necessità di abbandonare l’energia ricavata da fonti fossili, per il bene del futuro del pianeta e delle generazioni future. Ecco di cosa stiamo parlando, quali sono le energie rinnovabili, con le rispettive caratteristiche, e come possono essere sfruttate a partire da elementi presenti in natura per produrre energia pulita.

Il sole

Il sole è da sempre la fonte primaria di energia e sfruttando il suo calore è possibile ricavare due tipologie di energia. La prima è il solare termico, che consente di utilizzare l’energia prodotta dal sole per riscaldare l’acqua, e quindi produrre energia pulita per il riscaldamento e per gli impianti di raffreddamento. La seconda prevede l’utilizzo di pannelli solari, altrimenti detti fotovoltaici, per produrre elettricità.

Il vento

L’energia eolica prodotta dal vento può essere sfruttata per produrre energia cinetica. L’esempio più chiaro di questa tipologia di impianto energetico è il mulino a vento con pale eoliche. Si tratta di un tipo di struttura che non rovina il paesaggio, non emette sostanze nocive ed in grado di produrre, nelle zone e nelle giornate ventose, energia pulita.

Acqua

Attraverso l’acqua è possibile produrre energia elettrica. Si tratta di una tipologia di energia, chiamata idroelettrica, che sfrutta il movimento di grandi masse d’acqua in caduta; l’acqua, cadendo, produce energia cinetica che, mediante una turbina e un alternatore, può essere trasformata in energia elettrica.

Terra

Per produrre energia pulita è possibile sfruttare anche le fonti geologiche di calore. La temperatura della crosta terrestre aumenta costantemente man mano che si scende in profondità e in alcune zone la temperatura del sottosuolo è più alta della media a causa dei fenomeni vulcanici. È proprio in queste zone che è possibile recuperare energia, incanalando i vapori che provengono dalle sorgenti d’acqua del sottosuolo e producendo energia elettrica.

Energia mareomotrice

Si tratta di un tipo di energia rinnovabile che si ricava mediante spostamenti d’acqua provocati dalle maree, consistenti in determinati punti della terra, in cui i movimenti raggiungono anche i venti metri in altezza.

Bio masse

Alcune sostanze, di origine animale e vegetale, possono essere utilizzate, mediante combustione, per la produzione di energia elettrica e di combustibile. L’energia a bio massa si distingue in tre gruppi; solida, liquida e bio gas, prodotto da sostanze decomposte.

Idrogeno

L’idrogeno è il primo elemento chimico e sulla Terra è la fonte più comune dopo l’acqua. È presente normalmente nel carbone, all’interno dei combustibili fossili, nel gas naturale e nel metano. Secondo il parere degli esperti, estrarlo mediante i combustibili è un’operazione che poco a che vedere con l’energia pulita e per tale motivo non è considerato a pieno titolo fonte di energia rinnovabile, a meno che non si trovino dei metodi efficienti, e a impatto zero, per utilizzarlo come fonte rinnovabile.

You might also like

News

19 agosto, overshoot day: quando il mondo entra in deficit ecologico

Cosa succederebbe nel mondo se iniziassimo a consumare più di quanto i nostri ecosistemi sono in grado di produrre e di rigenerare? Non è fantascienza; purtroppo è la triste realtà del nostro mondo, e il fatidico giorno è già stato superato.

News

Droplet: un robot intelligente per annaffiare… senza sprechi!

Ci siamo amanti del giardinaggio! La primavera è iniziata, e con lei i grandi lavori in giardino, i nuovi allestimenti outdoor, e la costante e minuziosa cura di piante e manto erboso. Tutti gli anni i giardinieri per passione puntano a realizzare grandi cose nei loro spazi privati questo però, anche per quanto riguarda la semplice irrigazione, costa tempo, fatica e denaro; ma ormai viviamo in un’era di innovazione e progresso, ed è arrivato Droplet: il robot gocciolina! 

Ambiente

Un ufficio più green in 6 mosse!

Trasformare l’azienda, l’ufficio, o lo spazio che dentro casa avete adibito a zona lavoro, in un luogo più rispettoso per l’ambiente e dedito al riciclo è un’attività semplice, a costo zero e che può davvero fare la differenza per il pianeta. Ecco allora come fare, in sei mosse semplici, strategiche e fondamentali per un ambiente di lavoro a impatto ridotto.

0 Comments

No Comments Yet!

You can be first to comment this post!

Leave a Reply