Dormire con i nostri amici a 4 zampe? Uno studio dimostra che fa bene al sonno.

Dormire con i nostri amici a 4 zampe? Uno studio dimostra che fa bene al sonno.

Dormire insieme ai nostri animali è sempre stato un argomento spinoso, tra chi si professa contro e chi invece dichiara di “non resistere” e di permettere quindi ai propri animali l’accesso al letto. Bene, una clinica in Arizona ha appena pubblicato i risultati di una ricerca secondo la quale aprire le porte della propria camera da letto agli animali abbia degli effetti benefici sulla qualità del sonno stesso.

La ricerca è stata condotta dal dottor Loris Khan, esperto in medicina del sonno, su un campione di 150 soggetti: ai partecipanti è stato fatto riempire un questionario con domande volte a comprendere e ad approfondire la loro relazione con i propri animali domestici e le loro abitudini riguardo al sonno. Solo il 20% degli intervistati ha dichiarato di provare fastidio a dormire con il proprio animale, mentre più del 40% ha dichiarato che avere il proprio animale in camera o addirittura nel letto li rende più tranquilli e gli permette di dormire meglio, soprattutto se si tratta di single.

Dall’analisi delle risposte alle domande presenti nel questionario (ad esempio le dimensioni dell’animale, della camera da letto, la presenza o meno di componenti della famiglia allergici agli animali, la posizione assunta dall’animale nel caso in cui dorma sul letto), è stato possibile definire un quadro sul rapporto tra sonno umano e presenza di animali.

Il “via libera” del dottor Krahn va ovviamente in controtendenza rispetto all’opinione comune di numerosi medici rispetto alla possibilità di contrarre, in seguito al contatto ravvicinato con i propri animali, infezioni o malattie, in seguito alla quale i beniamini di casa sono stati sempre più o meno banditi, almeno a parole, dalla camera da letto.

Rimane in ogni modo un dato di fatto: tante persone si sentono più tranquille, e quindi in grado di riposare meglio, grazie alla presenza dei loro beniamini. Quindi, che altro dire, se non: benvenuti in camera… e sul letto!

You might also like

Ambiente

Come capire se l’acqua è “buona”

Una delle classiche domande che ci si pone quando si apre il rubinetto di casa è se l’acqua che ne fuoriesce è “buona”; capire se l’acqua che sgorga dalle nostre tubature è adatta ad essere utilizzata non è semplice. Sappiamo che la Legge impone controlli maggiori sull’acqua di rubinetto piuttosto che su quella in bottiglia, ma sappiamo di quali test si tratta e quali criteri deve soddisfare l’acqua per essere considerata “buona”?

Cucina

Come conservare le proprietà degli alimenti grazie al metodo di cottura

Il metodo migliore per cuocere i cibi è quello che consente di mantenere invariate le sue proprietà; ma sappiamo di quale metodo stiamo parlando?quando cuciniamo siamo davvero in grado di farlo nel modo migliore, più sano e più ecologico? Scopriamo l’importanza della temperatura e del tempo in fase di preparazione dei vari alimenti e cerchiamo di comprendere qual’è il miglior tipo di cottura per assicurare il mantenimento dei valori nutrizionali di ciò che cuciniamo.

Ambiente

Festival EcoFuturo

Proponiamo una nuova iniziativa, promossa da un gruppo di amici e di realtà raccoltasi intorno all’impegno ecologista di Jacopo Fo, che si occupa di nuove tecnologie legate alla salvaguardia dell’ambiente.

0 Comments

No Comments Yet!

You can be first to comment this post!

Leave a Reply