Come vivere il Natale in maniera eco solidale

Come vivere il Natale in maniera eco solidale

Il Natale non dovrebbe rappresentare una festa consumista, ma un momento denso di significato, e decidere di trascorrere queste feste promuovendo il rispetto per l’ambiente è un ottimo modo per cambiare le cose.

Coloro che assumono quotidianamente comportamenti eco friendly sanno bene quando questi siano importanti per la salvaguardia dell’ambiente; le condizioni ambientali nelle quali si trova il nostro Pianeta meritano di essere prese nella giusta considerazione, ed è proprio a partire da una presa di coscienza collettiva che si possono ottenere i migliori risultati.

Esistono moltissime idee creative con cui sarà possibile realizzare magnifiche decorazioni natalizie senza impattare sull’ambiente e al contempo risparmiando denaro e mettendo alla prova le nostre doti manuali; così come è possibile assumere un atteggiamento eco solidale con cui vivere le feste di Natale in un’ottica rivolta anche alla salvaguardia dell’ambiente.

Vediamo, quindi, come rendere il nostro Natale allegro, originale e soprattutto ecologico.

1. 

L’albero di Natale, che per molti rappresenta la principale decorazione natalizia, può essere vero o artificiale; se desiderate un vero abete sappiate che molto spesso quelli che si vendono nei garden center hanno radici cortissime e non sopravviveranno quasi certamente ad un trapianto, meglio optare per un albero proveniente da foreste certificate, dove si avrà la garanzia che per ogni abete tagliato ne sarà piantato un altro.

Un’alternativa ecologica è quella di realizzare l’albero attraverso il fai da te; utilizzando cartone, rami di albero, pigne, stoffa e moltissimi altri oggetti e materiali di recupero, si possono creare alberi di Natale davvero originali e suggestivi.

2. 

Con gli avanzi di carta, cartoncini e nastri con i quali facciamo i pacchetti regalo, si possono realizzare meravigliose nuove confezioni, per questo Natale o per qualsiasi altra occasione importante.

3. 

Anche i bigliettini di auguri possono essere realizzati attraverso il fai da te invece che acquistati; così facendo saranno facilmente personalizzabili e molto più significativi.

4. 

Se tra i materiali di scarto avete a disposizione carta, cartone, stoffa, nastri colorati, vecchie decorazioni dell’albero, e così via, potete realizzare decorazioni per la casa molto eleganti e soprattutto personalizzate.

Il riciclo creativo rappresenta la soluzione ai problemi di inquinamento, contribuendo in maniera davvero significativa sulla quantità di rifiuti prodotti dall’uomo.

5. 

Tra gli addobbi di Natale più popolari ci sono certamente le luminarie; non rinunciate a queste bellissime luci, ma utilizzatele senza trascurare il risparmio energetico!

6. 

Facciamo regali eco solidali, evitando di acquistare prodotti inutili che andranno solamente ad aumentare la produzione dei rifiuti, e prendiamo in considerazione i doni equo-solidali, ovvero l’acquisto di prodotti il cui ricavato dalle vendite andrà devoluto in beneficenza.

7. 

Anche le vacanze di Natale possono essere all’insegna dell’ecologia; significa optare per una destinazione vicina, magari un agriturismo, piuttosto che raggiungere la meta sostituendo l’auto con un mezzo di trasporto pubblico.

8. 

Per la preparazione del pranzo di Natale, così come per la cena della vigilia e per il veglione di capodanno, è possibile scegliere prodotti alimentari a km zero; affidandosi alle produzioni locali, invece che acquistare alimenti ricercati provenienti da luoghi lontani, si farà un gesto ecologico e al contempo nobile, in quanto sarà un incentivo per la produzione del nostro Paese.

You might also like

News

Inquinamento ambientale: 5 isole cancellate dall’atlante a causa dei cambiamenti climatici

I danni causati dall’inquinamento sono sempre più devastanti e in alcuni casi ormai irrimediabili; da razze animali e specie vegetali ormai per sempre estinte a causa dell’impatto ambientale dell’uomo sulla Terra, a intere isole scomparse per via dei cambiamenti climatici.

News

La tecnologia in soccorso dell’ambiente: arriva Breading, una app contro lo spreco del pane

Nell’era del consumismo che sembra non trovar fine, gli sprechi, di qualsiasi natura siano, rappresentano di sicuro l’aspetto più vergognoso, nonché il maggiore problema a livello ambientale. Tra gli innumerevoli sprechi di risorse preziose, quello del pane, nel nostro Paese ma anche a livello mondiale, deve essere risolto partendo dalla creazione di un rete organizzativa efficace; sembra che il primo importante passo sia stato fatto grazie a Breading, una nuova applicazione eco-solidale. Scopriamo di cosa si tratta.

Riciclo

11 idee per riciclare vecchi jeans

Qualche idea di semplice realizzazione per riutilizzare e riciclare il tessuto denim, un materiale morbido e resistente allo stesso tempo, che sopravvive agli stili e alle mode e si presta perfettamente per originali progetti fai da te.

0 Comments

No Comments Yet!

You can be first to comment this post!

Leave a Reply