Come riutilizzare i vasi Quattro Stagioni in casa

Come riutilizzare i vasi Quattro Stagioni in casa

Da tempi immemori i vasi quattro Stagioni, che molti conoscono con il loro nome commerciale di vasi Bormioli, fanno parte integrante delle nostre cucine, e ancora oggi nonostante il tentativo da parte dell’industria alimentare di sostituirsi in tutto e per tutto alla tradizione della nostra buona cucina, ci sono ancora tantissime persone che li acquistano e li utilizzano per creare marmellate, salse e conserve fatte in casa.

Tuttavia, la conservazione degli alimenti non è l’unico impiego che possiamo adibire a questi comodi e resistenti contenitori in vetro: possono infatti essere riutilizzati in tantissimi modi; eccone alcuni dei più semplici da realizzare.

Dispenser per sapone liquido

Un dispenser da sapone in vetro è infinitamente meglio, sotto tutti gli aspetti, primo tra tutti quello estetico, del classico dispenser in plastica “in dotazione” con l’acquisto del prodotto. Utilizzare un barattolo Quattro Stagioni come dispenser è un modo per rendere il bagno e la cucina più gradevoli, con un accento di rustico chic, e di decorare questi ambienti con il vostro tocco personalizzato. Realizzarli è semplice, basta forare con la giusta punta del trapano un coperchietto e farci passare dentro l’asta a pompetta, che potete tranquillamente recuperare da un altro qualsiasi dispenser già in vostro possesso.

Vasi da cucina

Questi pratici barattoli possono essere utilizzati in cucina anche per conservare alimenti come sale, zucchero, caffè, pasta, riso, legumi e via dicendo, sostituendo la plastica e la carta colorata delle tradizionali confezioni con la bellezza, la trasparenza e la salubrità del vetro, che permette anche di affiancare prodotti diversi e di creare bellissime composizioni cromatiche. Per un effetto ancora più rustico, potete etichettare ogni barattolo con il nome di quello che avete posto al suo interno, magari utilizzando delle etichette un po’ vintage o realizzandole voi, scrivendole in un bel corsivo.

Comodi contenitori multiuso

Bastano un paio di fascette metalliche, il numero desiderato di barattoli Quattro Stagioni, della o delle dimensioni che desiderate, e un’assicella di legno, per creare un comodo porta oggetti da fissare ad esempio alla parete del bagno, nella cameretta dei bambini, nello sgabuzzino o nell’area home office, per mettervi dentro piccoli oggetti e contribuire così a mantenere la casa sempre ordinata, senza mai perdere di vista niente.

Lampade ad olio

Le lampade ad olio sono decisamente più efficienti, in termini di costi, delle candele, sono riutilizzabili più e più volte e durano più a lungo. Per trasformare i barattoli Quattro Stagioni in bellissime e rusticissime lampade ad olio dovete solo procurarvi oli ed essenze profumate, creare un buco nel coperchio con un trapano e infilarvi la miccia, avendo cura di creare un foro abbastanza stretto di modo che la miccia non vi cada dentro: et voilà, ecco una bellissima lampada ad olio.

Vaso per fiori

Si tratta forse dell’utilizzo più semplice e immediato per un barattolo vuoto, quello di trasformarlo in un vaso per fiori, con la possibilità di lasciarlo al naturale o di dipingere la parte esterna del colore che si desidera; questi barattoli, ad esempio, stanno molto bene se dipinti di argento o di oro. Per un look ancora più rustico, si possono applicare delle fascette in alluminio alla parte esterna, e addirittura utilizzarle per fissare i vasetti a un sostegno di legno, creando una composizione da appendere alla parete con il numero di vasi che si desidera.

You might also like

Riciclo

7 modi per riciclare in modo creativo i contenitori delle candele

Le candele che vengono vendute all’interno di contenitori, in metallo, legno o in vetro, sono quelle maggiormente apprezzate e acquistate perché più comode da utilizzare e per via del loro aspetto più elegante e decorativo. Ma che ne è poi degli involucri vuoti, quando la candela si è consumata? Ecco allora sette modi per riutilizzarli dentro casa in modo utile e creativo.

Riciclo

Vestire vegan: per essere fashion anche senza pelle e cuoio

Cuoio, pelle e camoscio sono nemici indiscussi per chi ha deciso di seguire la filosofia vegana, nel rispetto degli animali e delle natura. Il problema si pone però anche nel versante compere e shopping e può diventare ostico anche quando si è alle prese con l’acquisto di una borsa o di un paio di scarpe. Ecco allora qualche consiglio, sui materiali da prediligere e che diventano validi sostituti di pelle e cuoio nel confezionamento di prodotti come indumenti e accessori.

Riciclo

Riciclo creativo: fantastici gioielli realizzati riutilizzando le capsule del caffè

Sono molti gli artisti che, attraverso il fai da te e il riutilizzo di oggetti della più svariata natura, sono in grado di creare opere davvero entusiasmanti; un esempio di questi originalissimi lavori sono i gioielli creati da  Kathleen Nowak Tucci, un’artista americana che ha realizzato questi capolavori riciclando le capsule del caffè.

0 Comments

No Comments Yet!

You can be first to comment this post!

Leave a Reply