Come riciclare le bustine del tè e i fondi di caffè usati

Come riciclare le bustine del tè e i fondi di caffè usati

Se facciamo la somma di tutto il tè e il caffè che consumiamo su base mensile, otteniamo un certo, consistente quantitativo di scorie (bustine usate, tè sfuso usato, filtri del caffè e fondi della tradizionale caffettiera) che, a pensarci bene, è un peccato buttare via, soprattutto visto e considerato il fatto che si possono riutilizzare in molti modi, ad esempio in giardino per fertilizzare le piante.

Come riciclare i fondi del caffè

Piante come le rose, le azalee, i rododendri, le sempreverdi e le camelie si sviluppano meglio quando il terreno è prevalentemente acido, e uno strato di fondi di caffè aiuta il terreno ad acidificarsi. In generale, un po’ di terriccio mischiato a fondi di tè e di caffè può essere un buon toccasana e un fertilizzante naturale ideale per qualsiasi tipo di pianta, sia quelle in esterno che, soprattutto, quelle in appartamento.

I fondi di caffè sono ottimi anche come fertilizzante nel momento della semina: basta mischiarne un po’ al terriccio in cui si andranno a piantare i semi, e poi mettere dell’altro caffè attorno alle prime piantine appena spuntate. Il caffè, infatti, è anche un ottimo repellente naturale per le lumache, oltre a regalare sostanze nutrienti al terreno. La sua azione repellente contro le lumache rende caffè è tè particolarmente indicati per piante come il cavolo, che risultano particolarmente gustose per questo tipo di animale indesiderato.

Ancora, i fondi di caffè usati sono ottima per eliminare i cattivi odori da frigorifero e congelatore: basta versarli su una teglia da forno, farli asciugare per bene e metterli poi in una ciottolina, dentro il frigorifero.

Infine, possono essere utilizzati per arricchire il prezioso compost da utilizzare per fertilizzare in modo naturale il terreno del giardino e dell’orto; in questo caso è bene scegliere, nel caso dei filtri e delle cialde in carta, marche che utilizzino carta ecologica e non sbiancata con l’ammoniaca: sarà più salutare sia per voi che per l’ambiente in generale.

Come riciclare le bustine del tè

Il primo e miglior modo di riciclare una bustina del tè usata è, incredibilmente: preparare un’altra tazza di tè! Spesso infatti si butta via la bustina al primo utilizzo, non sapendo che, lasciandola a mollo per dell’altro tempo, si ricava dell’altro tè, altrettanto aromatico e saporito.

 

 

Una bustina da tè ancora umida invece, ad esempio, può essere utilizzata per pulire lo specchio del bagno, avendo cura poi di asciugarne la superficie con un panno umido: l’acido tannico presente nelle foglie di tè, infatti, è in grado di combattere l’unto che si viene a formare sugli specchi, senza bisogno di utilizzare detergenti chimici.

You might also like

Riciclo

Come riutilizzare i bicchieri di plastica per creare un’originale sfera decorativa

La plastica è uno dei materiali più utilizzati dalla grande industria, basti pensare ai vari packaging di prodotti alimentari e non che tutti noi siamo costretti ad acquistare ogni volta che andiamo a fare la spesa. La conseguenza principale è che finiamo per buttare via quotidianamente una grande quantità di plastica, andando così a caricare sempre di più il sistema di smaltimento, con le relative conseguenze. Riutilizzare la plastica è l’unico modo per evitare di buttarla via; scopriamo una maniera creativa per riciclare i bicchieri di plastica.

Riciclo

Raccolta differenziata: i 10 rifiuti che possono creare dubbi e confusione

La raccolta differenziata è oggi obbligatoria nella maggior parte dei comuni del nostro Paese e rappresenta, oltre ad una sana abitudine ecologica, un’ottima fonte di risparmio. Tutti i comuni sono tenuti a distribuire brochure informative in merito al corretto smistamento dei rifiuti; ciò nonostante la raccolta differenziata è spesso fonte di dubbi e ci sono alcuni rifiuti, più di altri, che possono risultare difficili da collocare nel giusto contenitore.

Riciclo

11 idee per riciclare vecchi jeans

Qualche idea di semplice realizzazione per riutilizzare e riciclare il tessuto denim, un materiale morbido e resistente allo stesso tempo, che sopravvive agli stili e alle mode e si presta perfettamente per originali progetti fai da te.

0 Comments

No Comments Yet!

You can be first to comment this post!

Leave a Reply