Come riciclare le bustine del tè e i fondi di caffè usati

Come riciclare le bustine del tè e i fondi di caffè usati

Se facciamo la somma di tutto il tè e il caffè che consumiamo su base mensile, otteniamo un certo, consistente quantitativo di scorie (bustine usate, tè sfuso usato, filtri del caffè e fondi della tradizionale caffettiera) che, a pensarci bene, è un peccato buttare via, soprattutto visto e considerato il fatto che si possono riutilizzare in molti modi, ad esempio in giardino per fertilizzare le piante.

Come riciclare i fondi del caffè

Piante come le rose, le azalee, i rododendri, le sempreverdi e le camelie si sviluppano meglio quando il terreno è prevalentemente acido, e uno strato di fondi di caffè aiuta il terreno ad acidificarsi. In generale, un po’ di terriccio mischiato a fondi di tè e di caffè può essere un buon toccasana e un fertilizzante naturale ideale per qualsiasi tipo di pianta, sia quelle in esterno che, soprattutto, quelle in appartamento.

I fondi di caffè sono ottimi anche come fertilizzante nel momento della semina: basta mischiarne un po’ al terriccio in cui si andranno a piantare i semi, e poi mettere dell’altro caffè attorno alle prime piantine appena spuntate. Il caffè, infatti, è anche un ottimo repellente naturale per le lumache, oltre a regalare sostanze nutrienti al terreno. La sua azione repellente contro le lumache rende caffè è tè particolarmente indicati per piante come il cavolo, che risultano particolarmente gustose per questo tipo di animale indesiderato.

Ancora, i fondi di caffè usati sono ottima per eliminare i cattivi odori da frigorifero e congelatore: basta versarli su una teglia da forno, farli asciugare per bene e metterli poi in una ciottolina, dentro il frigorifero.

Infine, possono essere utilizzati per arricchire il prezioso compost da utilizzare per fertilizzare in modo naturale il terreno del giardino e dell’orto; in questo caso è bene scegliere, nel caso dei filtri e delle cialde in carta, marche che utilizzino carta ecologica e non sbiancata con l’ammoniaca: sarà più salutare sia per voi che per l’ambiente in generale.

Come riciclare le bustine del tè

Il primo e miglior modo di riciclare una bustina del tè usata è, incredibilmente: preparare un’altra tazza di tè! Spesso infatti si butta via la bustina al primo utilizzo, non sapendo che, lasciandola a mollo per dell’altro tempo, si ricava dell’altro tè, altrettanto aromatico e saporito.

 

 

Una bustina da tè ancora umida invece, ad esempio, può essere utilizzata per pulire lo specchio del bagno, avendo cura poi di asciugarne la superficie con un panno umido: l’acido tannico presente nelle foglie di tè, infatti, è in grado di combattere l’unto che si viene a formare sugli specchi, senza bisogno di utilizzare detergenti chimici.

You might also like

Riciclo

10 modi intelligenti e creativi per riciclare le scatole delle scarpe

Riciclare i più comuni oggetti di uso quotidiano è una pratica ecologica che, grazie anche al fai da te, sta prendendo sempre più piede; saper dare una nuova vita alle cose e riutilizzarle in maniera intelligente e creativa è un ottimo modo per fare qualcosa di concreto per l’ambiente e, al contempo, per noi stessi.

Riciclo

Creare un paralume con le capsule del caffè riciclate

Realizzare un paralume utilizzando in modo creativo le cialde della macchinetta del caffè: un progetto molto facile e a prova di risultato creativo e originalissimo. Basta avere un po’ di manualità e, come sempre, tanta creatività. Ecco allora tutto ciò che serve per la costruzione e come fare passo per passo.

Riciclo

Come e perché riciclare il pluriball

Il pluriball è il materiale da imballaggio più economico e diffuso del mondo; il suo utilizzo come ammortizzante è conosciuto da tutti per la sua indubbia efficacia e il suo aspetto lo rende, da sempre, una sorta di forma di intrattenimento quando, avendolo tra le mani, si comincia a scoppiettare tutte le sue bolle. Ma dopo averle scoppiate tutte, come si ricicla il pluriball?

0 Comments

No Comments Yet!

You can be first to comment this post!

Leave a Reply