Come riciclare i vecchi cellulari

I cellulari vecchi, quelli rotti o semplicemente quelli che si decide di non usare più, in molti casi vanno ad aggiungersi alle migliaia di tonnellate di rifiuti elettronici che vengono prodotte ogni anno anche nel nostro Paese.

Questo non solo grava sul sistema già saturo dello smaltimento ma, nel caso di apparecchiature come i cellulari, che sono composte da svariati materiali, alcuni dei quali piuttosto complessi e decisamente nocivi per l’ambiente, se non si passa attraverso uno smaltimento coscienzioso si procurerà un grave ed irreparabile danno all’eco sistema.

Dato che i telefoni cellulari contengono batterie agli ioni di litio che danneggiano gravemente l’ambiente e metalli preziosi che possono essere riciclati e riutilizzati, i telefoni cellulari non dovrebbero mai essere gettati nel bidone della spazzatura!

Non solo è illegale liberarsi di oggetti elettronici attraverso il comune bidone della raccolta indifferenziata, ma è anche assolutamente incivile, visti i danni ambientali che si andrebbero a creare e vista anche la possibilità di smaltirli attraverso altri canali.

Uno di questi canali è accessibile direttamente attraverso le aziende distributrici che, per obbligo di legge, ritireranno il vostro vecchio cellulare proprio nel momento in cui andrete ad acquistarne uno nuovo e lo rimetteranno in circolazione rivendendolo, utilizzandolo per le riparazioni minori di altri cellulari o, magari, destinandolo a persone bisognose (la stessa cosa che potreste fare voi!).

Inoltre, chi raccoglie apparecchiature elettroniche come i telefoni cellulari, utilizzerà i giusti canali di smaltimento per i vari componenti di cui sono composti, in questo modo ogni elemento farà la strada giusta verso li smaltimento o verso il riciclo.

Ma di cosa è fatto un cellulare?

Il corpo base di un telefono cellulare è tipicamente in plastica, anche se alcuni Smartphone includono anche parti in alluminio. Questi componenti costituiscono la parte maggiormente e più facilmente riciclabile.

In ogni cellulare ci sono due elementi che richiedono una gestione speciale. Uno è la batteria agli ioni di litio, che contiene metalli come il nichel, lo zinco e il cadmio, nessuno dei quali dovrebbe essere mai rilasciato nell’ambiente.

Per fortuna queste batterie sono piuttosto facili da riciclare; il settore che si occupa dello smaltimento delle batterie segue un programma dedicato proprio al riciclaggio di questo genere di metalli. Queste aziende specializzate sono in grado di estrarre dai vecchi cellulati i vari metalli che li compongono e di renderli riutilizzabili.

L’altro elemento sensibile in un telefono cellulare è la scheda di circuito, la quale contiene oro e rame. Anche in questo caso i professionisti del settore saranno in grado di estrarre questi materiali, recuperandoli per altri usi.

I telefoni meno moderni possono contenere anche una scheda SIM, che contiene le informazioni della rubrica e gli altri dati personali; queste schede sono in plastica e quindi facilmente riciclabili.

Anche gli accessori dei telefoni cellulari, tra cui il carica-batterie e i dispositivi hands-free, possono essere riciclati. La maggior parte degli articoli sono fatti della stessa plastica di cui è fatto il cellulare e hanno fili che contengono rame.

Insomma, se avete deciso di sbarazzarvi del vostro vecchio cellulare, potete:

  • Rivenderlo a privati, avendo cura di fare il back up e di eliminare tutti i dati sensibili.
  • Donarlo, ad organizzazioni no profit che lo doneranno a loro volta a persone bisognose o che lo venderanno e daranno a questi il ricavato (a tal proposito esistono diverse iniziative benefiche rintracciabili online), o a privati che ritenete possano apprezzare.
  • Usufruire delle isole ecologiche del vostro comune di residenza e lasciare al loro il compito di smaltire le varie componenti dei vostro cellulare.
  • Cercare un’azienda specializzata in smaltimento dei rifiuti elettronici, le cosiddette RAEE, e consegnarlo a loro.

You might also like

Riciclo

3 idee originali per il riciclaggio delle bottiglie di plastica

Riciclare i materiali di uso domestico è ormai una pratica assolutamente obbligatoria nella maggior parte delle città, nonché uno dei modi migliori per salvaguardare l’ambiente evitando di alimentare un sistema, già molto compromesso, com’è quello dello smaltimento dei rifiuti solidi. La plastica, a questo proposito, è uno dei materiali più presenti nelle nostre case ed è, allo stesso tempo, uno dei più inquinanti; vediamo com’è possibile riciclare le bottiglie di plastica in maniera utile e creativa. 

Riciclo

10 idee per realizzare un tavolo riutilizzando vecchi oggetti e materiali di recupero

È quasi incredibile quanto semplice possa essere realizzare elementi d’arredo belli e funzionali attraverso il riutilizzo; un vecchio barile, un’altalena, un bancale, alcune assi di legno di recupero, questi e molti altri oggetti possono facilmente trasformarsi in un fantastico e nuovissimo tavolo dall’aspetto decisamente originale. Vediamo alcune idee creative da cui trarre spunto per costruire attraverso il fai da te un tavolo o un tavolino da caffè con cui arredare con stile la nostra abitazione.

Riciclo

Come riciclare i pezzi di sapone

A chiunque utilizzi le saponette capita di restare con piccoli pezzetti di sapone che, a causa dell’utilizzo, finiscono per sgretolarsi perdendo la loro forma originale e diventato inutilizzabili. Perché, allora, non decidere di riciclarli?

0 Comments

No Comments Yet!

You can be first to comment this post!

Leave a Reply