Come riciclare i vecchi calzini/2

Come riciclare i vecchi calzini/2

Tutti noi abbiamo per casa diversi calzini che non possiamo più usare per il loro scopo principale, perché rovinati o spaiati, ma attraverso la pratica del riciclo è possibile dargli una nuova vita e creare oggetti utili che ci possono servire per diversi fini.

Il riciclo permette di salvaguardare l’ambiente e allo stesso tempo di risparmiare denaro nell’acquisto di oggetti che invece possiamo creare da noi in maniera semplice e veloce.

1. Oggetti per gli animali

  • Calze per animali domestici: trasformate i vostri vecchi calzini in calzini nuovi e caldi per i vostri animali freddolosi o per quelli che si sono sporcati le zampe durante la passeggiata!
  • Bende o scaldamuscoli per cavalli: i cavalli portano spesso gli scaldamuscoli e i vecchi calzini si prestano molto bene allo scopo; in aggiunta possono essere riutilizzati per creare bende perfette per curare i nostri animali domestici.
  • Un giocattolo per il vostro cane o per il gatto di casa: riempite il calzino con dei legnetti oppure con della lana o della stoffa di qualsiasi genere che avete in casa e richiudete con ago e filo.
  • Una mangiatoia per uccelli: tagliate il calzino a metà e cucite le estremità o legatele insieme per ottenere la forma di un’amaca, riempite con del becchime e appendete la mangiatoia al ramo di un albero.

2. Oggetti utili in giardino

  • Un portasapone: se avere un lavandino o una fontanella in giardino, una saponetta può essere molto utile, ad esempio dopo i lavori di giardinaggio. È possibile utilizzare la parte lunga della calza per creare un lembo da legare al rubinetto; la saponetta sarà sempre pulita e pronta all’uso!
  • Se avete l’abitudine di lavare la macchina da voi un vecchio calzino può essere molto utile per pulire la carrozzeria dell’auto o il telaio della bicicletta; utilizzate una calza per il lavaggio e una per la lucidatura.

3. Self care

  • Uno strumento per i massaggi: inserite una pallina da tennis in una vecchia calza di lana o di cotone, tenete la calza per la parte lunga e gettate la pallina sulla schiena, appoggiatevi ad una parete e fate scorrere la pallina su e giù.
  • Strumento miorilassante: riempite un calzino con riso o grano e ricucite l’estremità aperta, mettete nel forno a microonde per pochi secondi e utilizzate questo strumento per alleviare i dolori alla cervicale o ai muscoli delle spalle o delle gambe. (NB: includete sempre nel microonde un bicchiere d’acqua per fornire l’umidità ed evitare che il calzino possa infiammarsi).
  • Un massaggiatore per i piedi: mettere una pallina da golf nel calzino e fatevi rotolare sopra il piede.

4. Milleusi

  • Un drink “comodo”: per gustare un drink gelato senza raffreddarvi le mani.
  • Coperte e tappetini: se avere abilità con ago e filo o con la macchina da cucire potete utilizzare i vecchi calzini per creare una copertina o un tappetino da utilizzate in molti modi, ad esempio come zerbino all’ingresso di casa o in giardino o per far stare più comodi e caldi i vostri animali domestici.

  • Para spifferi: utilizzando un calzino lungo, meglio se una parigina, è possibile creare un utilissimo para spifferi da posizionare davanti ad una porta o sul davanzale delle finestre. Riempite la calza con riso o fagioli e ricucite.
  • Un potpourri: perfetto per profumare armadi e cassetti.
  • Donate i vecchi calzini!

You might also like

Senza categoria

Caricabatterie portatile che funziona col fuoco

Un originale e innovativo caricabatterie portatile che utilizza come sorgente di energia il calore procurato dal fuoco. Si, avete sentito bene, il fuoco che può essere quello di un falò o di una grigliata all’aperto nel giorno in cui vi siete dimenticati di mettere in carica il cellulare. Con tecnologia USB per ricaricare non solo i cellulari, ma qualsiasi device dotato di tale porta.

Senza categoria

Rimedi naturali anti-zanzare

Ecco una serie di rimedi pratici e naturali per combattere la fastidiosa presenza delle zanzare in casa durante la stagione calda; si tratta di soluzioni che si ottengono facilmente sfruttando le caratteristiche di fiori e piante o le proprietà degli alimenti presenti in casa.

0 Comments

No Comments Yet!

You can be first to comment this post!

Leave a Reply