Come riciclare i DVD e le loro custodie

Come riciclare i DVD e le loro custodie

Come qualsiasi altro oggetto o materiale destinato ad essere eliminato, anche i DVD meritano di farlo in maniera ecologica, ovvero senza andare ad aggravare un ecosistema già molto compromesso come quello dello smaltimento dei rifiuti.

Un numero sempre maggiore di persone, al giorno d’oggi, è passato dall’home video ai servizi di streaming online, e decide quindi di sbarazzarsi dei vecchi DVD che occupano spazio in salotto. Se anche voi state pensando di farlo è opportuno che abbiate le giuste nozioni in merito allo smaltimento di questi oggetti, ai fini di riciclarli in maniera corretta. Cosa deve sapere, quindi, un consumatore eco-solidale?

Di cosa sono fatti i DVD?

I DVD sono fatti di un materiale speciale chiamato policarbonato, che è classificato come plastica # 7 (ossia un generico “altri tipi” di plastica). Questo materiale è riciclabile solo se se ne possiedono grandi quantità, per questo motivo è assolutamente importante fare in modo che i vecchi DVD raggiungano i centri di riciclo. Alcuni DVD contengono anche tracce di alluminio e di oro, entrambi materiali altamente riciclabili.

Le custodie dei DVD, invece, sono candidati più semplici per il processo di riciclaggio; sono fatti di plastica # 6, materiale noto anche come polistirolo o PS, che può essere fuso e trasformato in nuovi oggetti di uso comune, come giocattoli, utensili da casa e cucina, e tutta un’altra serie di prodotti di consumo.

Perché è importante riciclare i DVD e le loro custodie?

I DVD e le custodie sono realizzati in plastica: questo vuol dire che non saranno facilmente biodegradabili nel corso del tempo. Se vengono gettati casualmente nei contenitori della spazzatura arriveranno agli inceneritori che bruciandoli rilasceranno nell’aria sostanze chimiche tossiche, tra cui: l’acido cloridrico, il biossido di zolfo e le diossine.

Il policarbonato, inoltre, è particolarmente dannoso per la salute umana in quanto contiene bisfenolo-A, o BPA che, come dimostrato, causa lo sviluppo di anomalie del cervello e influenza gli organi riproduttivi.

Inoltre, i DVD non contengono solo film o videogiochi ma molte persone ne possiedono un’enorme quantità utilizzati per la memorizzazione di dati personali o commerciali ed è importante che informazioni e dati sensibili vengano distrutti in modo indelebile e permanente.

Come riciclare DVD e custodie?

La maggior parte dei DVD ha un foglio di carta inserito dietro la copertura di protezione sulla parte esterna della custodia, questa è la parte più facile da riciclare: è sufficiente estrarre la carta e inserirla nell’apposito contenitore per il riciclo di carta e cartone. Lo stesso discorso è valido per la custodia in pvc, che andrà invece posta nel contenitore della plastica.

Il DVD in sé, invece, dovrebbe essere portato direttamente in discarica, dove gli addetti si preoccuperanno di smistarli; se questo non è possibile perché non è presente un centro di raccolta in zona è opportuno consultare internet e cercare un centro di riciclaggio dedicato e inviare i DVD via posta, queste strutture ovviamente non prevedono costi di spedizione.

I DVD possono essere riutilizzati?

I vecchi film in DVD, ma anche i CD musicali e i videogiochi possono essere venduti ad un negozio di seconda mano, dando così una seconda vita a questi oggetti e, cosa non trascurabile, traendone anche un piccolo guadagno. In un’ottica più altruista è possibile anche darli in beneficienza, a privati o a strutture come scuole, asili o centri di qualsiasi genere.

Un’altra bellissima alternativa all’eliminazione dei DVD è il loro riutilizzo per creazione fai da te; ci sono moltissimi modi per utilizzare i vecchi DVD e le loro custodie in maniera creativa ed originale. È possibile, ad esempio, usarli per decorare portacandele, gioielli, specchi o anche per creare una “palla da discoteca”, tagliando i DVD in piccoli frammenti questi rifletteranno la luce creando un bellissimo effetto decorativo.

You might also like

Riciclo

I personaggi più famosi prendono vita nell’arte del riciclo

Il riciclo è un’attività molto importante nell’ottica della salvaguardia dell’ambiente e, giusto per unire l’utile al dilettevole, può anche inserirsi in un’originale dimensione artistica di grande impatto visivo e degna di nota. È il caso delle opere di Jane Perkins, una bravissima artista che ha fatto del riciclo la sua passione e la sua arte!

SLIDEBAR

Riciclo creativo: come riciclare una camicia

Quando si parla di atteggiamenti eco solidali non si intendono unicamente pratiche costose ed impegnative, ci si riferisce anche, e in special modo, a tutti quei comportamenti quotidiani ed abitudinari che caratterizzano il nostro stile di vita; primo fra tutti il non sprecare nulla. Evitare gli sprechi significa rispettare il nostro ambiente decidendo di non sovra-sfruttarlo, causando  gravissimi danni al Pianeta. Per non sprecare è possibile, ad esempio, riciclare tutti quegli oggetti e materiali che possono avere una seconda funzione; scopriamo come riciclare le camicie.

Riciclo

9 lampadari creativi e fai da te nel nome del riciclo

Costruire un lampadario è un’operazione più semplice di quanto si possa immaginare e, in più, è un’attività che permette di riciclare in modo creativo materiali non più utilizzati e che, in alternativa, destineremmo alla spazzatura senza pensarci troppo. Ecco allora qualche idea per costruire un lampadario alternativo, personalizzato e a prova di riciclo creativo.

0 Comments

No Comments Yet!

You can be first to comment this post!

Leave a Reply