Come realizzare un diffusore per oli essenziali

Come realizzare un diffusore per oli essenziali

Per realizzare questo piccolo progetto fai da te con ogni probabilità dovrete acquistare solamente l’olio essenziale e la glicerina vegetale; il resto potrete facilmente riciclarlo utilizzando oggetti che avete già in casa; così facendo non solo risparmierete tempo e denaro, ma contribuirete alla salvaguardia dell’ambiente.

Gli oli essenziali sono ottimi alleati per creare atmosfera e aggiungere nell’aria la fragranza che più ci piace, inoltre esistono davvero un’infinita varietà di profumazioni differenti, compresi oli balsamici ideali per facilitare la respirazione quando, proprio in questa stagione, si ha il raffreddore o semplicemente lo si vuole prevenire.

Questo diffusore è realizzato con bastoncini di legno, attraverso i quali l’olio sarà rilasciato nell’aria nella giusta quantità; si tratta di un progetto molto semplice e veloce, che potrà essere personalizzato a seconda dei gusti e dello stile che si desidera seguire.

Se, ad esempio, decidete di optare per l’olio essenziale di lavanda (come in questo caso), una bella idea può essere quella di scegliere un nastro con fantasia floreale sul quale sono ricamate proprio delle piante di lavanda, piuttosto che un nastro dello stesso colore del fiore.

Potrete decorare la bottiglietta anche aggiungendo al nastro un rametto di rosmarino (come nel nostro esempio), oppure dei fiori secchi o un gadget a vostra scelta; con un po’ di fantasia sarà possibile realizzare un diffusore davvero originale e crearlo ad hoc per la persona alla quale desiderate regalarlo piuttosto che per voi stessi.

Vediamo, quindi, di cosa abbiamo bisogno per creare questo diffusore e come fare, seguendo pochi semplici passi.

Materiali:

  • Una bottiglietta da 150 ml di vetro, con tappo in sughero.
  • Circa 120 ml di glicerina vegetale (disponibile in qualsiasi negozio di alimenti biologici).
  • 20 gocce di olio essenziale di lavanda o del vostro profumo preferito.
  • 7 bastoncini in legno (disponibili presso i negozi di alimentari).
  • Scotch
  • Un nastro di stoffa.
  • Un rametto fresco di rosmarino (opzionale).

 

Come fare:

1. Per dare un tocco più ordinato al diffusore raggruppate i bastoncini e fissateli al centro con un pezzetto di scotch trasparente; in questo modo non si muoveranno all’interno della bottiglia.

2. Versate nella bottiglietta di vetro 120 ml di glicerina vegetale.

3. Aggiungete circa 20 gocce di olio essenziale all’interno della bottiglia e un paio di gocce sul tappo in sughero.

4. Dopo aver selezionato il nastro, del colore e della fantasia che preferite o che più si addice all’olio essenziale che avete scelto, avvolgetelo intorno ai bastoncini (a metà della loro lunghezza) e poi attorno alla bottiglia. In questo modo creerete un pacchetto ordinato e davvero grazioso.

5. Infine, create un fiocco o un semplice nodo e decorate la bottiglietta inserendovi, ad esempio, un rametto fresco di rosmarino (o un fiore secco).

Ora vi basterà stappare la bottiglia, sfilare i bastoncini dal nastro e inserirli nella bottiglietta; il legno assorbirà la glicerina profumata e rilascerà, piano piano, l’essenza profumata nell’aria.

You might also like

Salute e Benessere

Curarsi in modo naturale: l’elisir di Aloe

Come preparare con pochi, semplici ingredienti e una spesa davvero ridotta un ottimo elisir di aloe polifunzionale, da assumere prima dei pasti, per apportare diversi benefici al nostro corpo, in modo del tutto naturale.

Salute e Benessere

5 cibi che rendono bella la pelle

Se è vero che siamo ciò che mangiamo, come dice il popolare proverbio, è altrettanto vero che chi mangia correttamente avrà una pelle splendida, soprattutto se nella sua dieta inserisce i cinque alimenti che stiamo per presentarvi, considerati i migliori alleati per avere un aspetto luminoso e sano, ogni giorno, e nonostante il passare degli anni. Ecco di quali stiamo parlando e quali sono le loro principali peculiarità.

0 Comments

No Comments Yet!

You can be first to comment this post!

Leave a Reply