Come preparare un insalata davvero salutare

Come preparare un insalata davvero salutare

Non è necessario mettersi a dieta per decidere di migliorare il proprio benessere; mangiare bene è molto meglio che mangiare meno. Il concetto che molti hanno della giusta alimentazione implica unicamente drastiche rinunce, specialmente sulla quantità di cibo che si consuma in una giornata tipo.

In realtà, se si conoscono i veri valori nutrizionali e le proprietà specifiche dei vari alimenti è possibile addirittura mangiare di più ed anche più volte al giorno, piuttosto che sacrificarsi ed alzarsi da tavola con la fame. Così facendo, infatti, aiuteremo il nostro metabolismo ad azionarsi e ad essere più veloce e quindi a bruciare di più.

 

Le verdure, ad esempio, sono alimenti ricchi di vitamine e fibre, entrambe importantissime per il giusto funzionamento del nostro organismo nonché del sistema immunitario; e cosa ancor più significativa si tratta di cibi privi di grassi e a basso contenuto calorico, aspetto da non sottovalutare soprattutto se la finalità della dieta è unicamente quella di perdere peso.

Per questo motivo le insalate, se realizzate scegliendo i giusti ingredienti, possono rappresentare una piatto perfetto per mantenere la linea e al contempo saziarsi sena dover rinunciare al sapore e al piacere dello stare a tavola.

Gli elementi fondamentali delle insalate sono le verdure verdi, che forniscono un alto apporto di vitamine e fibre a sono a basso contenuto di calorie.

Il primo fattore da considerare nelle scelta dei cosiddetti “verdi” con cui preparare le nostre insalate è che la colorazione verde scura del fogliame indica una maggiore presenza di vitamine e minerali. Gli spinaci, ad esempio, sono molto più ricchi di questi principi rispetto alla lattuga, che contiene un’alta percentuale di acqua ed è per questo che sazia di meno ed è quasi priva di sapore.

Quando preparate le vostre insalate arricchitele di colore; verde, rosso, giallo, arancio, viola: ognuna di queste colorazioni rappresenta un diverso assortimento di nutrienti benefici. Mangiare un piatto di verdure miste è sicuramente più salutare rispetto a consumare unicamente insalata verde, piuttosto che esclusivamente pomodori, e così via; ed inoltre più appagante per il palato.

Oltre alle verdure le insalate possono essere preparate aggiungendo, ad esempio, una parte di legumi, che contengono un alto livello di proteine, perfette per sostituire quelle della carne rossa o di un piatto di pasta. Al contrario delle verdure, i legumi sono ricchi di fibre ma sono anche calorici, per questo occorre non esagerare con le porzioni.

Anche le carni bianche, come pollo, tacchino e pesce, con le loro proteine magre, sono ideali per arricchire le insalate dei nostri pasti principali; ovviamente a seconda di come vengono cucinate sono più o meno caloriche. Per avere un idea, sappiate, ad esempio, che una mezza tazza di pollo alla griglia ha solo 60 calorie circa, mentre una mezza tazza di pollo fritto ne ha oltre 200!

È possibile prendere in considerazione anche alcuni formaggi, la frutta secca e semi di vario genere per insaporire le nostre insalate.

I formaggi magri in realtà non esistono, di conseguenza occorre puntare sui meno grassi (i più asciutti) che sono maggiormente ricchi di proteine e sono perfetti per una dieta abbinata all’attività sportiva.

Infine, quando preparate un insalata, inserendo gli ingredienti che preferite tra quelli che abbiamo visto, non dimenticate mai l’importanza del condimento: un’insalata troppo condita o condita male si trasforma da piatto sano e dietetico in alimento tutt’altro che leggero.

Spesso si tende ad utilizzare troppo olio, piuttosto che elevate quantità di sale; il primo è un alimento che in piccole dosi risulta ottimo per l’organismo ma che è calorico e piuttosto grasso, il secondo, se assunto in maniera poco controllata, è nocivo per la salute: aumenta le quantità di calcio nei reni e il rischio di ipertensione arteriosa, inoltre favorisce la ritenzione idrica.

You might also like

SLIDEBAR

Come conservare le proprietà degli alimenti grazie al metodo di cottura

Il metodo migliore per cuocere i cibi è quello che consente di mantenere invariate le sue proprietà; ma sappiamo di quale metodo stiamo parlando?quando cuciniamo siamo davvero in grado di farlo nel modo migliore, più sano e più ecologico? Scopriamo l’importanza della temperatura e del tempo in fase di preparazione dei vari alimenti e cerchiamo di comprendere qual’è il miglior tipo di cottura per assicurare il mantenimento dei valori nutrizionali di ciò che cuciniamo.

Salute e Benessere

Latte di curcuma

La curcuma è una spezia usata nelle cucine indiane e nei trattamenti ayurvedici, ma che ultimamente viene proposta anche sulle nostre tavole. Le sue caratteristiche la rendono un ottimo rimedio naturale.

Cucina

Dieta vegetariana: solo pro, per noi e per l’ambiente

Uno degli argomenti più discussi dell’ultimo periodo, di cui si sente parlare in televisione attraverso interviste e programmi di svariata natura, piuttosto che sul web e sulla carta stampata, è l’effettiva pericolosità del consumo di carne, argomento strettamente connesso con quella che viene definita dieta salutista, meglio conosciuta come alimentazione vegetariana. Scopriamo quali sono i reali benefici dell’essere vegetariani, sia per la nostra salute che per quella dell’intero Pianeta.

0 Comments

No Comments Yet!

You can be first to comment this post!

Leave a Reply