Come e perché riciclare il pluriball

Come e perché riciclare il pluriball

Come per molte importanti invenzioni della storia dell’uomo anche quella del pluriball è avvenuta per caso, ovvero è stata accidentale.  Nel 1957 due ingegneri del New Jersey stavano lavorando alla creazione di un’innovativa carta da parati in plastica; il risultato fu talmente disastroso che i due cercarono di vendere ciò che avevano realizzato come isolante per serre e, dato che nemmeno così riuscirono a commercializzare il prodotto, tentarono la via del materiale per imballaggio.

Proprio in quel periodo IBM era alla ricerca di qualcosa da utilizzare per proteggere le proprie apparecchiature elettroniche durante la spedizioni e il pluriball funzionò alla perfezione. Chiamato anche Airball o Bubblewrap, in italiano “millebolle”, il pluriball può essere riutilizzato in svariati modi, e non soltanto per far passare il tempo ai vostri bambini durante una giornata di pioggia!

Perché riciclare il pluriball?

La risposta ovvia è che la plastica non è biodegradabile, pertanto se non verrà riciclata resterà nelle discariche per sempre o, se incenerita, diventerà altamente inquinante rilasciando nell’aria sostanze tossiche quali le diossine, che sono estremamente dannose per la salute umana e per quella del nostro Pianeta.

Inoltre il pluriball, come altri tipi di film di plastica, costituisce un vero e proprio fastidio nel flusso della raccolta dei rifiuti; il vento lo trasporta facilmente e quindi ha la tendenza a volar via, creando disordine sulle strade e nelle stazioni di raccolta. Può anche impigliarsi nelle macchine di riciclaggio, costringendo il personale a rallentare notevolmente il lavoro; pertanto mantenere i film plastici al di fuori dal flusso dei rifiuti rappresenta un grande aiuto sia per l’ambiente che per le società di riciclaggio.

Come riciclare il pluriball?

L’involucro delle bolle del pluriball è molto facile da riutilizzare, ad esempio, potrebbe servire in futuro per lo stesso scopo per cui lo abbiamo portato nella nostra casa la prima volta, ovvero potremmo riutilizzarlo per spedire qualcosa di fragile, per archiviare un oggetto delicato o per trasportarlo durante un viaggio o un trasloco.

Una della qualità del pluriball è quella di regolare la temperatura, per questo potrebbe essere riutilizzato proprio come isolante, ad esempio, per le tubature esterne durante la stagione fredda o per mantenere fresca una bottiglia d’acqua durante l’estate. Inoltre è perfetto per proteggere le piante in vaso dalle brusche variazioni di temperatura.

Esistono, inoltre, molti modi creativi per riciclare questo materiale. Negli Stati Uniti, ad esempio, sono molto popolari i costumi di Halloween realizzati con il pluriball e potrebbe essere un’idea quella di fare una piccola ricerca sul web per copiare qualche creazione divertente. Alcuni lo usano anche per allestire scenari natalizi, adattandolo a sfondo nevoso, piuttosto che per realizzare opere d’arte contemporanea.

You might also like

Riciclo

Come riciclare in modo creativo le vecchie gomme della bicicletta

Avete acquistato una bicicletta nuova oppure semplicemente avete sostituito la vecchia gomma? Beh, aspettate a buttarne tutte le parti vecchie o che si sono rotte e guardate quanti progetti divertenti potete realizzare partendo semplicemente dalla ruota. Basta solo un po’ di ingegno, un pizzico di manualità e tanta, tanta fantasia!

Riciclo

L’arte del riutilizzo: come trasformare vecchi oggetti in magnifiche nuove fioriere

Riciclare, riutilizzare e non sprecare; queste sono le strade migliori da percorrere se si vuole assumere un comportamento eco-solidale. Decidendo di dare una nuova vita agli oggetti rotti o ormai inutilizzati che altrimenti finirebbero nella spazzatura, si decide di dare un importante contributo per la salvaguardia dell’ambiente, risparmiando denaro e potendo realizzare nuovi oggetti utili e decorativi al tempo stesso.

Riciclo

Riciclo creativo: quando le vecchie lattine prendono vita

Quando si lavora un vecchio oggetto per farne qualcosa di nuovo si usa il termine “riciclo creativo”, ma mai come in questo caso definizione fu più azzeccata. Guardate come delle vecchie lattine possono essere trasformate in qualcosa che si avvicina davvero a una piccola opera d’arte! Più riciclo creativo di così!

0 Comments

No Comments Yet!

You can be first to comment this post!

Leave a Reply