Agricoltura eco-sostenibile con i legumi

Agricoltura eco-sostenibile con i legumi

I legumi, tra cui piselli, fagioli, ceci, lenticchie, fave e lupini, sono alimenti ricchi di proprietà benefiche per il nostro organismo; si tratta inoltre di prodotti vegetali sostenibili per l’ambiente e che costituiscono la base nutrizionale per molte delle popolazioni più longeve della terra.

I legumi sono, infatti, ottime fonti di proteine, ricchi di preziose fibre e, soprattutto, poveri di grassi; inoltre, soprattutto se consumati in abbinamento ai cereali, sono in grado di apportare una composizione di aminoacidi essenziali  del tutto simile a quella delle carni, diventando quindi perfetti sostituti di queste.

Il motivo per cui i legumi diventano alimenti eco-sostenibili è proprio questo: a differenza della carne, richiedono un minore utilizzo di risorse ambientali per crescere.

Per questa ragione l’Onu ha decretato l’anno appena iniziato “anno internazionale dei legumi”; questa scelta, grazie alla quale si dà oggi il gusto valore ad un alimento tanto prezioso, trova importanti ragioni anche nel consumo di acqua necessario per la loro produzione.

I dati presentati dall’Organizzazione delle Nazioni Unite per l’alimentazione e l’agricoltura (Fao), dipingono un quadro assolutamente chiaro dei risparmi in termini ambientali nella produzione di legumi in rapporto a quelle della carne.

Se la produzione di piselli o lenticchie richiede un consumo medio di circa 50 litri di acqua per ogni chilo, per produrre la stessa quantità di carne di pollo sono necessari oltre 4.000 litri di acqua e per la carne di manzo addirittura 13.000.

Questi dati rendono la produzione di legumi, a ragione logica, una scelta davvero intelligente soprattutto nelle regioni aride del Pianeta.

I legumi rendono l’agricoltura più sostenibile per un’altra importante ragione: sono in grado di fissare l’azoto atmosferico; le leguminose, infatti, lavorando in simbiosi con alcune tipologie di batteri, hanno la capacità di convertire l’azoto atmosferico in altri composti azotati impiegati per la coltivazione e capaci di conferire al terreno una migliore fertilità.

Migliorando le condizioni del suolo, questi alimenti promuovono la biodiversità; la loro grande varietà genetica si traduce in una preziosa risorsa attraverso la quale adeguare le colture ai cambiamenti climatici, dato che consente agli agricoltori di poter selezionare le diverse varietà in funzione delle mutate condizioni climatiche.

Infine, altro aspetto che rende i legumi tanto preziosi dal punto di vista ambientale, è che il loro utilizzo nei sistemi di coltivazioni consociate e come colture di copertura è in grado di ridurre l’erosione del terreno, contribuendo attivamente a controllare infestazioni e malattie, e di conseguenza a ridurre l’uso di pesticidi chimici in agricoltura.

L’obiettivo della campagna Onu a favore di dei legumi è quello di sensibilizzare tutte le popolazioni sull’importanza di consumare alimenti più sani, nonché sicuri ed eco-sostenibili.

Inoltre, l’alto valore nutritivo dei legumi li rende perfetti candidati per combattere la malnutrizione del terzo mondo, nonché l’insana nutrizione delle popolazioni consumiste la cui dieta consiste nel consumo smodato di grassi e calorie.

Sul sito della Fao si legge: “Leguminose come lenticchie, fagioli, piselli e ceci sono una parte fondamentale del paniere alimentare globale. I legumi sono una fonte vitale di proteine di origine vegetale e aminoacidi per le persone in tutto il mondo e dovrebbero essere consumati come parte di una dieta sana per affrontare l’obesità, nonché per prevenire e aiutare a gestire le malattie come il diabete, le patologie coronariche e il cancro; ma sono anche una fonte importante di proteine di origine vegetale per gli animali. Inoltre, le piante leguminose possono contribuire ad aumentare la fertilità del suolo e avere un impatto positivo sull’ambiente”.

Ai fini di promuovere efficacemente il consumo di legumi verranno avviati importanti progetti di informazione che avranno il compito di promuovere la conoscenza delle proprietà alimentari dei legumi, il loro metodo di coltivazione e la produzione.

È importante che si lavori per sviluppare la produzione dei legumi e migliorare i sistemi di coltivazione a fini di impattare ancor meno sull’ambiente e garantire la presenza di questo alimento in tutte le regioni del mondo.

You might also like

Lifestyle

Milano: arriva la Cargo-Bike, perfetta per tutti e soprattutto per le mamme!

Quando si parla di trasporto sostenibile il primo pensiero va alla bicicletta, per molti un mezzo irrinunciabile, per altri una novità alla quale si arriva per coscienza ambientale. Comunque la si voglia intendere, oggi la bici viene rivisitata in chiave moderna e più funzionale, da quella elettrica più gestibile per gli anziani a quella che appena arrivata in Italia già sta spopolando: la Cargo Bike, scopriamo di cosa si tratta.

SLIDEBAR

10 idee per riciclare tazze, tazzine e teiere

Le idee creative attraverso le quali è possibile trasformare gli oggetti vecchi o rotti in qualcosa di nuovo, che sarà utile o decorativo, piuttosto che entrambe le cose, non finiscono mai. In questo post vi mostreremo tanti modi per riciclare tazze, tazzine e teiere; contribuendo così attivamente alla salvaguardia dell’ambiente e al contempo avendo la possibilità di realizzare fantastici elementi decorativi, per la casa o per il giardino, con cui stupire e creare atmosfere davvero suggestive.

SLIDEBAR

Orti verticali: ultra-tecnologici per il risparmio dell’acqua e fai da te per riciclare oggetti e materiali 

Coltivare un piccolo orto significa contribuire all’economia domestica, nonché essere certi di consumare prodotti privi di additivi e fertilizzanti chimici; inoltre esiste la possibilità di realizzare una struttura fai da te perfetta per le coltivazioni in verticale, piuttosto che di sfruttare le innovative tecnologie esistenti. In questo post troverete alcune soluzioni tecnologiche “verdi”, ideali per chi ha poco spazio piuttosto che poco tempo da dedicare alle proprie colture, grazie alle quali chiunque potrà creare un orto verticale e coltivare le proprie specie di ortaggi preferite nel rispetto dell’ambiente.

0 Comments

No Comments Yet!

You can be first to comment this post!

Leave a Reply