5 alimenti che contrastano il senso di stanchezza tipico della primavera

5 alimenti che contrastano il senso di stanchezza tipico della primavera

In questo periodo dell’anno sono davvero molte le persone che accusano sintomi quali senso di affaticamento e stanchezza; è, infatti, proprio con l’arrivo della primavera, complice il cambiamento dell’ora legale, che molti di noi si sentono più stanchi del solito.

Per affrontare questo genere di stress è importante riposare bene e, soprattutto, assumere le giuste dosi di vitamine, sali minerali e nutrienti al fine di aiutare il nostro organismo ad evitare pericolose carenze che possono peggiorare ulteriormente il senso di stanchezza tipico della stagione primaverile.

Scopriamo, allora, 5 alimenti che possono venirci in aiuto e grazie ai quali potremmo sentirci più carichi e goderci al meglio i primi caldi.

1.Il primo alimento della lista è un ortaggio: lo spinacio.

Dato che i cali di energia possono essere espressione di una carenza di ferro, gli spinaci, così come i legumi, che sono alimenti ricchi di questo prezioso elemento, possono aiutarci a ritrovare vigore e tono muscolare.

Gli spinaci contengono, inoltre, potassio, magnesio e vitamine del gruppo B, preziosissime per la riserva di energia del nostro organismo.

Un basso livello di ferro può causare sia stanchezza fisica che mentale, nonché difficoltà di concentrazione e insonnia; il ferro è un elemento di fondamentale importanza che veicola il trasporto di ossigeno alle cellule affinché queste possano costantemente produrre l’energia di cui necessitano gli organi di cui fanno parte.

Così come il ferro, anche il magnesio è indispensabile alla produzione di energia nel nostro organismo, oltre che al al mantenimento del tono muscolare e alla regolazione dell’apparato digerente e del sistema nervoso.

Per favorire l’assorbimento del ferro è consigliato consumare gli spinaci in accostamento ad alimenti o bevande ricche di vitamina C; al contempo è necessario evitare di accostare a queste verdure i latticini che, a causa dell’alto contenuto d calcio, inibiscono l’assorbimento del ferro.

2.Anche i cereali, e in particolare l’avena, sono molto utili in questo periodo e sono in grado di contribuire ad aumentare le nostre riserve di energia.

L’avena aiuta il buon funzionamento dell’apparato digerente, che è di grande importanza per evitare l’indebolimento del nostro sistema immunitario attraverso il mantenendo dei giusti livelli di zucchero nel sangue e l’espulsione delle tossine.

Questo cereale è ricco di fibre, magnesio e fosforo, elementi essenziali per contrastare il senso di stanchezza primaverile.

3.Com’è noto la frutta secca e i semi oleosi, quali i semi di girasole, di lino e di zucca, sono alimenti che assicurano un apporto di proteine di qualità, nonché di preziosi acidi grassi omega-3 che contribuiscono a combattere la stanchezza fornendo scorte di energia per periodi prolungati, evitando così improvvise carenze.

In funzione delle varietà, sia la frutta secca che i semi oleosi sono indicati in una dieta salutare e priva di grassi saturi; questi alimenti sono ricchi di ferro, manganese, magnesio, fosforo, rame e vitamine del gruppo B.

Le nocciole e i semi di sesamo, ad esempio, sono tra le principali fonti di triptofano, elemento fondamentale per contrastare il senso di spossatezza.

4.Lo yogurt, grazie ai fermenti di cui è composto, è in grado di contribuire al mantenimento dell’equilibrio della flora intestinale, la quale aiuta l’organismo nell’eliminazione dei batteri “cattivi” nonché di pericolosi agenti patogeni.

Un recente studio, condotto presso l’università di Toronto, ha dimostrato che i probiotici dello yogurt rappresentano una delle migliori armi per contrastare la tanto temuta “Sindrome da stanchezza cronica”; questi elementi contribuiscono, inoltre, ad aumentare i livelli di  triptofano che, in quanto precursore della serotonina, è in grado di favorire il benessere e una generale sensazione di rilassatezza.

5. Infine i legumi, una categoria di alimenti davvero preziosi in grado di apportare una costante fonte di energia al nostro organismo.

I legumi, privi di grassi saturi, sono salutari e perfetti per mantenere un regime alimentare equilibrato e dietetico; essi contengono un perfetto rapporto di carboidrati e proteine e sono ricchi di magnesio, ferro, potassio e fosforo.

You might also like

Casa e Giardino

Orologio ecologico che funziona con l’energia delle piante

Un gadget che strapperà un applauso a tutti gli appassionati di ecologia e di riduzione dell’impatto ambientale: un orologio ecologico che sfrutta, per funzionare, l’energia e gli elettroliti prodotti da piccole piante in vaso, e non ha bisogno né di alimentazione elettrica né di batterie. Un piccolo passo per l’uomo, un grande passo per il pianeta?

Lifestyle

12 idee fai da te per creare originali occhiali da sole

Saper creare da se oggetti, quali ad esempio alcuni accessori, è un ottimo modo per riciclare, contribuendo alla salvaguardia dell’ambiente, nonché per sperimentare le proprie doti creative realizzando qualcosa di originale e al contempo economico. In questo post troverete alcune idee davvero graziose per realizzare fantastici occhiali da sole.

Lifestyle

Come ridurre le emissioni responsabile dell’effetto serra artificiale

Come spiega la teoria del surriscaldamento globale, l’odierno riscaldamento del clima terrestre è dovuto in parte alle naturali variazioni climatiche e in parte all’azione umana; le stime ci dicono che la vita dell’uomo sulla terra impatti negativamente sul clima apportando un aumento eccessivo di CO2 e metano, e che proprio tale aumento di gas è responsabile del conseguente aumento della temperatura terreste e del cosiddetto effetto serra artificiale. Vediamo cosa possiamo fare per ridurre tali emissioni, contribuendo attivamente alla salvaguardia del Pianeta.

0 Comments

No Comments Yet!

You can be first to comment this post!

Leave a Reply