10 consigli per risparmiare tempo, soldi e ridurre gli scarti in cucina

cucina

 

Cuore della casa e della vita famigliare, la cucina è il luogo dove si nutre il corpo e l’anima, dove si chiacchiera e ci si scambiano opinioni e commenti sulla giornata appena passata o su quella che sta per iniziare; è il luogo dove dovremmo insegnare ai nostri figli abitudini alimentari sane e il rispetto della natura: purtroppo, però, la cucina è anche il luogo dove tendiamo a perdere tanto, troppo tempo, dove impoveriamo il portafoglio e, ancora peggio, dove produciamo quantitativi immani di scarti alimentari.

La società odierna, infatti, ci impone ritmi quasi impossibili da assecondare, e ci spinge ad essere sempre più frenetici, sempre più di corsa, costringendoci a volte a rivolgerci alle offerte di cibi già pronti o, ancora peggio, a soluzione come i fast food. Vivere la cucina in modo completo, invece, può essere un modo di entrare diversamente in contatto con tutti i membri della famiglia preparando pasti favolosi, con un sostengo concreto al budget familiare. Come? Semplice, basta seguire questi dodici, semplici consigli!

 

1. Coltivate le vostre verdure

Potrebbe sembrare un consiglio scontato, ma non potevamo che metterlo al primo posto della nostra lista: un piccolo o grande orto, infatti, vi permette di assicurarvi che quello che portate in tavola sia il più possibile naturale e senza residui chimici, in quanto sapere esattamente da dove arriva. Coltivare le vostre verdure vi permette anche di risparmiare tantissimo in termini economici, soprattutto se vi organizzate per far crescere le vostre piante partendo dai semi.

2. Utilizzate ingredienti freschi

Gli ingredienti freschi costano decisamente meno e sono infinitamente più sani rispetto ai pasti pronti o semi-cucinati, e vi permettono anche di sprigionare al meglio le vostre capacità culinarie e la vostra creatività.

3. Organizzate i menu e le spese

Organizzare in anticipo, anche approssimativamente, quello che mangerete durante la settimana e pianificare i viaggi per andare a fare rifornimenti alimentari, magari presso una cascina biologica, sono due pratiche che vi permetteranno di risparmiare tempo e denaro, soprattutto se abbinate a questa organizzazione tecnica una ricerca dei punti vendita dove ci sono sconti e offerte. Così, invece di rimanere dubbiosi davanti al frigorifero cercando di inventarvi cosa preparare, avrete già le idee più o meno chiare sul menù settimanale, e avrete “sprecato” un solo giorno per andare a fare la spesa, senza dover andare tutti i giorni in un negozio a prendere quello che manca.

4. Surgelate gli avanzi

Surgelare gli avanzi, sia cotti che crudi, permette di risparmiare denaro, di limitare gli sprechi alimentari e di avere delle piccole porzioni a portata di mano se dovete cucinare qualcosa… ma soprattutto se non avete voglia di farlo!

5. Surgelate gli avanzi della preparazione dei pasti

Abituatevi a surgelare un mezzo gambo di sedano avanzato dalla preparazione di un pinzimonio, una porzione di carota o una mezza cipolla: un giorno potrebbero venire utili per insaporire un brodo di carne o per preparare un soffritto; ancora, avete della frutta che sta maturando troppo in fretta? Tagliatela a cubetti e surgelatela: prima o poi verrà sicuramente utile per dei frullati o per una torta.

6. Riducete il consumo della carne

Ridurre il consumo della carne, soprattutto quella rossa, è un espediente che permette di risparmiare denaro, di risparmiare in salute e di incidere meno sulla natura e sull’ambiente.

7. Filtrate l’acqua del rubinetto

Utilizzate caraffe o impianti che depurano l’acqua del rubinetto, o approvvigionatevi presso i sempre più frequenti distributori di acqua microfiltrata che stanno comparendo nelle nostre città, evitando così di immettere nell’ambiente numerose bottiglie di plastica, ed evitandone soprattutto il costo.

8. Utilizzate pentole e padelle della giusta dimensione

Sembra un’ovvietà, ma utilizzare una pentola piccola su un fornello grande o viceversa, porta nel corso dei mesi a un ingente spreco energetico, che si potrebbe tranquillamente evitare.

9. Utilizzate tovaglioli di stoffa

Tornare ai vecchi tovaglioli di stoffa, che si utilizzavano per diversi pasti e si lavavano poi in lavatrice, permette di risparmiare soldi, di salvaguardare la natura e di limitare l’immissione di carta nei rifiuti.

10. Coinvolgete i bambini

Coinvolgere i bambini su quello che succede in cucina forse non vi permetterà di risparmiare chissà che tempo, ma sarà un modo per insegnare loro il valore di un buon pasto sano, cucinato al momento e con ingredienti freschi e genuini.

You might also like

Casa e Giardino

5 modi per pulire casa con la vodka

Da detergente per i piatti a solvente per la colla, da profumatore per ambienti a igienizzante per il bagno: ecco dei modi alternativi ed originali per utilizzare la vodka come detergente in casa al posto dei detergenti di origine chimica.

Risparmio Energetico

7 modi per rendere la vostra cucina più ecologica/2

Continua dalla pagina precedente come rivisitare la vostra cucina, inserendo nuovi elementi d’arredo o trasformando quelli vecchi, non è soltanto un modo per rendere lo spazio più trendy e funzionale, ma può essere anche una giusta occasione per renderlo più rispettoso dell’ambiente.

Casa e Giardino

Candele fai da te realizzate con la buccia del mandarino

Appassionati di candele e delle realizzazioni fai da te più creative in assoluto, ecco un modo decisamente originale per creare delle candele alternative, personalizzate e soprattutto profumatissime. Se l’idea vi piace, iniziate a procurarvi bucce di mandarino a non finire e guardate cosa potete ottenere in un modo molto semplice e in poche mosse.

0 Comments

No Comments Yet!

You can be first to comment this post!

Leave a Reply